Il 7 ottobre la chiesa cattolica celebra la Madonna del Rosario. In Italia, uno dei luoghi simbolo di questa devozione è la Basilica di Pompei che accoglie suppliche e milioni di pellegrini da tutto il mondo. La Madonna del Rosario è molto venerata anche a Malta, che quest’anno ricorda il 450. anniversario dalla fondazione della prima Confraternita del Santo Rosario nella chiesa dell’Annunciazione a Vittoriosa. Un appuntamento di grande valore spirituale che nei giorni precedenti la festa della Madonna del Rosario ha avuto il privilegio di ospitare la mitria di Papa San Pio V arrivata dalla basilica papale di Santa Maria Maggiore a Roma. La sacra reliquia è stata custodita nella chiesa per tre giorni ed è appena stata restituita al Museo della basilica papale dove viene conservata.

Il Pontefice della Lega Santa e della vittoria cristiana nella battaglia di Lepanto

Il 7 ottobre è una data significativa anche perché spiega il rapporto che lega la figura di San Pio V alla Madonna del Rosario e all’arcipelago maltese. Era infatti proprio un 7 ottobre, quello del 1571, il giorno in cui le flotte dell’impero ottomano si scontrarono con quelle cristiane della Lega Santa che ebbe la meglio sui turchi mussulmani. Proprio Pio V aveva voluto la Lega Santa. Ne facevano parte, fra gli altri, lo Stato Pontifico, la Repubblica di Venezia e i Cavalieri di Malta. Si dice che quel giorno, durante la battaglia, i cristiani pregassero recitando il Santo Rosario e che sulla nave della Lega Santa sventolasse una bandiera con l’immagine della Vergine.

La battaglia di Lepanto di paolo caliari detto il veronese
Allegoria della battaglia di Lepanto di Paolo Caliari detto Paolo Veronese (Venezia, Gallerie dell’Accademia)

Fu lo stesso Pio V a istituire, un anno dopo, la festa della Madonna del Rosario con il nome di Madonna della Vittoria. Il Santo Padre voleva ricordare in questo modo, per sempre, la vittoria dei cristiani contro gli infedeli in quella che resterà nota come la battaglia di Lepanto. Il suo successore, Gregorio XIII, cambiò il nome della festa in Madonna del Rosario. Sarebbe stata proprio la preghiera del Santo Rosario, recitata prima della battaglia, a contribuire al successo sui turchi.

Papa San Pio V e i suoi legami con Malta

Quali i legami di questo Pontefice con Malta? San Pio V, che apparteneva all’ordine domenicano, dopo la battaglia di Lepanto si prodigò e contribuì, anche finanziariamente, alla costruzione della nuova città per l’Ordine. Un progetto del Gran Maestro Jean Parisot de Valette, supportato dal Pontefice che prestò ai Cavalieri l’opera di un architetto italiano, Francesco Laparelli di Cortona. Laparelli era un tecnico di rilievo, che precedentemente si era occupato del sistema difensivo della sua città natale e che aveva già collaborato per altri interventi nello stato pontifico. All’epoca la capitale Valletta divenne una città-fortezza. Ma fu anche uno dei primi esempi di progettazione di città basata su uno schema di strade preciso. Pio V è anche il patrono della Provincia domenicana maltese perchè fu proprio questo pontefice, con decreto del 2 luglio 1571, a nominare il priore del priorato domenicano dell’Annunciazione a Vittoriosa.

La Mitria di San Pio V esposta a Malta

Di qui l’importanza dell’eposizione a Malta della mitria di Pio V, con un doppio significato. Proprio quest’anno, perchè ricorre un importante anniversario. E proprio nei giorni in cui si rinnova la venerazione per la Madonna del Rosario a cui questo Pontefice si sentiva particolarmente legato. Si è trattato di un prestito breve ma di grande valore spirituale e storico. La chiesa dell’Annunciazione è un luogo di culto dove la devozione per la Madonna ha una storia antica e molto radicata.

(foto in evidenza: Madonna del Rosario, Lorenzo Lotto)

A Malta la mitria di San Pio V, il Papa della Madonna del Rosario ultima modifica: 2021-10-12T09:00:00+02:00 da Cristina Campolonghi

Commenti

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x