Żejtun è una città che si trova nel sud dell’isola di Malta.

Zejtun

Le origini di Żejtun risalgono ai tempi dei Fenici e dei Romani.

Il nome Żejtun significa frutto dell’ulivo. Come nella maggior parte dei paesi mediterranei, la coltivazione dell’olivo e la produzione di olio d’oliva erano prevalenti a Malta, soprattutto in epoca romana.

Gli abitanti di Żejtun fino al 1680 formarono due comunità separate, durante il diciottesimo secolo con la costruzione della nuova chiesa parrocchiale i due gruppi si unirono in un’unica comunità.

Lo stemma di Żejtun consiste in uno scudo con una croce verde su uno sfondo d’argento montato da una corona con quattro torri (di cui 3 sono visibili).
La corona indica lo stato della città.
Il colore verde è il colore dalla pace ma è anche il colore dell’olivo pianta molto cara alla città maltese conosciuta anche per la produzione di olio e la croce indica la religione cattolica.

Da vedere


Parish Church of Sant Chaterine, è la maestosa chiesa parrocchiale, fu costruita tra il 1692 e il 1720, secondo il progetto di Lorenzo Gafà, uno dei più importanti architetti di Malta.

Zejtun Parish Church Museum  è il Museo della chiesa parrocchiale, è adiacente alla chiesa parrocchiale di Santa Caterina.Tra le opere d’arte figura il ritratto della decapitazione di Santa Caterina della Scuola di Caravaggio.

Aedes Danielis Palace, la facciata della casa è abbellita dalla statua di San Daniele,  profeta dell’Antico Testamento.

Church of St. Angelo, costruita dal nobile Girgor Bonici, nel 1670.

Mater Boni Consigli Chapel, è una cappella privata annessa al palazzo di Aedes Danielis e costruita dal nobile Enrico Testaferrata nel 1750. La facciata principale della cappella è costruita in stile barocco.

Le feste della città

A Malta si festeggia tanto, e anche una piccola città come Zejtun, durante l’anno si colora e si riempie di musica e divertimento con più di una festa.
La  più importante è quella Santa Caterina di Alessandria che si festeggia la terza domenica di giugno, anche la festa di San Gregorio è particolarmente sentita e si festeggia il mercoledì dopo il giovedì santo.
A Zejtun, una volta l’anno si festeggia Żejt iż-Żejtun, un festival che celebra la cultura tradizionale della città. Il nome della città significa “Il boschetto degli ulivi”.
Il festival si apre con una processione e la benedizione delle olive raccolte.
Per le strade ci sono gli sbandieratori vestiti con costumi medioevali, si sente il rullo dei tamburi, si esibiscono cantanti e ballerini. Si possono ammirare anche antichi strumenti di lavorazione della terra e degli ulivi ed è anche possibile acquistare prodotti locali legati alla tradizione agricola della città. Si può gustare anche la Ftira, il tipico pane maltese, condito con l’olio nuovo.
La domenica mattina, davanti alla chiesa di San Girgor, si tiene una breve cerimonia religiosa durante la quale si benedicono i cavalli e gli animali domestici.

Durante il festival, i siti storici del luogo vengono aperti al pubblico.

 

Paola Stranges

Autore: Paola Stranges

Scrivo per www.italiani.it ed alcuni siti ad esso collegati, mi è sempre piaciuto scrivere fin da piccola . Per lavoro digito su portatile ma, per fermare i miei pensieri utilizzo la mia raccolta di quaderni, penne e articoli di cartoleria ai quali non posso rinunciare. Sono appassionata di cucina, amo viaggiare, fotografare, e guardare vecchi film, passerei ore a leggere poesie. Ho la fortuna di vivere su un’isola e nel tempo libero (poco), mi piace fare lunghe passeggiate rigorosamente vista mare

Zejtun la città a sud di Malta ultima modifica: 2017-12-27T11:10:29+00:00 da Paola Stranges
Zejtun la città a sud di Malta
Zejtun la città a sud di Malta
Le origini di Żejtun risalgono ai tempi dei Fenici e dei Romani.Il nome Żejtun significa frutto dell'ulivo. Come nella maggior parte dei paesi mediterranei, la coltivazione dell'olivo e la produzione di olio d'oliva erano prevalenti a Malta, soprattutto in epoca romana.
itmalta

Commenti