La Settimana del Cervello a Malta

Dal 12 al 18 marzo 2018, organizzata nell’ambito della Malta Brain Awareness Week 2018, si svolgerà a Malta la Settimana del Cervello.
Per la prima giornata di questo importante evento, vi aspettiamo all’Istituto Italiano di Cultura.
Il titolo della serata sarà: “Giacomo Rizzolatti si racconta” –  “Incontro con il più grande neuroscienziato italiano, scopritore dei neuroni a specchio base dell’empatia”.
È un evento che nasce con l’intento principale di mettere nero su bianco alcuni concetti base per spiegare come funziona la neurologia nel modo più semplice possibile. Conoscere il proprio cervello ci aiuta a prendere le giuste decisioni, ad avere una maggior consapevolezza di se stessi, delle persone vicine e della realtà che ci circonda.
A spiegarlo scientificamente saranno professionisti del settore, che hanno seguito una lunga formazione fuori e dentro l’università, con tirocini e anni di esperienza.

Giacomo Rizzolatti

Giacomo Rizzolatti, è un neuroscienziato italiano. È attivo in prima persona nella campagna di informazione,  per far conoscere e tutelare la salute a partire dal cervello. Il 1°maggio 2014 gli è stato conferito a Copenaghen il premio Brain con la motivazione: “per la ricerca pionieristica sui meccanismi cerebrali che sottendono alle funzioni umane complesse come l’alfabetizzazione, l’abilità di calcolo, cognizione e comportamento, e gli sforzi di comprensione dei disturbi cognitivi e comportamentali”.

Professore Giacomo Rizzolatti

La settimana mondiale del cervello a Malta

Durante la prima giornata, ci sarà un discorso di apertura tenuto dal professore Giacomo Rizzolatti che spiegherà in che modo funziona la corteccia del nostro cervello, ovvero la membrana che ha il compito di regolare funzioni fondamentali nella vita di ogni giorno tra cui la vista, il linguaggio e la comunicazione. Entrano in gioco diversi esperti tra cui psicologi, psicoterapeuti, psichiatri e neurologi, che si alternano giorno dopo giorno, ognuno con il proprio settore di conoscenza ma tutti incentrati sullo stesso obiettivo: allargare la cultura della mente ad un pubblico di tutte le età, senza limiti né distinzioni. La settimana del cervello vede una continua interazione tra professionisti (tra cui spiccano i nomi di Giuseppe Di Giovanni e Vanessa Camilleri) e persone comuni che si vogliono mettere in discussione per migliorare la qualità della loro vita. Come è possibile modificare i cosiddetti bias cognitivi, ossia i processi mentali che ti spingono a prendere decisioni errate perché basate su pregiudizi e automatismi? Questo è solo uno dei tantissimi concetti che verranno presi in esame e approfonditi durante dibattiti pratici e stimolanti.

la settimana del cervello

La settimana del cervello di Malta si concluderà con la proiezione di un film particolarmente interessante, “Split“. Il film è basato su una storia vera e parla di un uomo che soffre del disturbo di personalità multipla. Cosa vuol dire? Beh, il povero protagonista lotta ogni giorno con dodici persone diverse per sesso, età e carattere intrappolate nel suo corpo e che fanno a gara per prendere il sopravvento l’uno sull’altro. Non è fantascienza, è pura realtà.

L’evento darà l’opportunità di comprendere come pensiamo e agiamo e soprattutto fornirà strumenti utili per prendere in mano la vita con un maggior senso critico.

Flavia Del Treste

Autore: Flavia Del Treste

Romana, classe ’91, alle spalle una laurea in Letterature e Traduzione Interculturale Inglese e Francese. Lavoro come SEO web wtiter e traduttrice freelance per aziende e privati. Tra un articolo e l’altro non dimentico mai di fare una passeggiata in sella al mio cavallo. La passione per l’equitazione mi ricorda le mie origini e soprattutto cosa vuol dire essere felice.

La Settimana del Cervello a Malta: la neurologia in parole semplici ultima modifica: 2018-03-12T14:05:36+00:00 da Flavia Del Treste

Commenti