La pittoresca isola di Gozo si prepara per le celebrazioni festive natalizie. Da venerdì 13 dicembre 2019 fino al 5 gennaio 2020, Ghajnsielem ospiterà,  per l’undicesima volta, uno degli eventi maggiori di Malta. Il Presepe Vivente.

Un angolo di Terra Santa nei pressi della zona conosciuta come Ta’ Passi

Il Presepe vivente di Ghajnsielem

Negli anni passati, l’evento è riuscito ad attirare l’attenzione internazionale classificandosi come una delle 10 migliori destinazioni per le vacanze di Natale. A soli 10 minuti a piedi dal terminal del porto di Mgarr, Ghajnsielem offre tutti gli ingredienti per un’esperienza memorabile. Numerosi volontari, insieme al Consiglio locale, ogni anno si mettono a lavoro per ricreare un angolo di Terra Santa. Una superficie di circa 20.000 m2, nei pressi della zona conosciuta come Ta’ Passi, dove la cura ai dettagli è strabiliante. Senza dubbio l’attrazione principale rimane la grotta con Maria, Giuseppe e Gesù Bambino, insieme al bue e all’asinello. Ma affascinante resta comunque tutto il “contorno”.

Il fabbro
Affascinanti tutti i mestieri riprodotti

Animali e artigiani intenti a lavorare il ferro o il legno. La panetteria. Il mercato all’aperto che vende pesce fresco, frutta e verdura di stagione. Una locanda e un’area artigianale locale che promuove tradizione e folklore. Ci si può persino imbarcare su una barca maltese e fare un giro sul fiume artificiale. Il Castrum Romanum ospiterà nuovamente la Guarnigione romana. Quest’ultima, pattuglia le strade di Betlemme per riscuotere le tasse e fare il censimento come decretato dall’imperatore di Roma. Insomma, camminare attraverso Ghajnsielem è come fare un passo indietro di due millenni.

Diverse rievocazioni si terranno dal vivo

Sebbene aperto per un mese, il presepe sarà animato solo in determinati giorni. Ogni sabato e domenica e, poi, il 13, 18, 25, 26 e 28 dicembre. Durante le ore di animazione diverse rievocazioni ed eventi si terranno dal vivo. Il 5 gennaio 2020, giorno di chiusura, il Presepe Vivente di Għajnsielem accoglierà i Re Magi, i quali, arrivati da molto lontano, faranno visita al Bambino Gesù offrendo a lui oro, incenso e mirra.

Re Magi
I Re Magi, venuti da lontano, portano in dono, a Gesù, oro, incenso e mirra

A partire da questa edizione saranno eliminati i sacchetti, le cannucce e le tazze in plastica che verranno sostituiti con prodotti biodegradabili nell’ambito dell’iniziativa #savingourblue guidata dal Ministero per l’ambiente, lo sviluppo sostenibile e il cambiamento climatico.
Controlla qui il programma per assicurarti di rimanere aggiornato al meglio sull’evento!

Mariateresa Marotta

Autore: Mariateresa Marotta

Classe 1992, nel 2017 si laurea in Farmacia presso l’Università della Calabria e nel 2019 consegue un master presso l’Università di Pavia. È attiva nel sociale e prende parte a molte delle associazioni presenti sul territorio.
Il Presepe vivente di Ghajnsielem giunge alla undicesima edizione ultima modifica: 2019-12-13T09:00:00+01:00 da Mariateresa Marotta

Commenti