Il 24 settembre alle ore 18:00 ci sarà la presentazione, in italiano, online del libro “Ettore Socci. Da Firenze a Digione. Impressioni di un reduce garibaldino” a cura di Giuseppe Pace Asciak
La presentazione del libro, con il patrocinio dell’Ambasciata d’Italia, è a cura dell’ Istituto Italiano di Cultura la Valletta e dell’Università di Malta Dipartimento di italiano.

Ettore Socci - copertina del libro

Nel 1903 un autore, oggi pressoché dimenticato, pubblica un libro per la casa editrice Bemporad che avrà largo successo, tanto che verrà raccomandato dal Ministero della Pubblica Istruzione con circolare del 21 ottobre 1903. “Gli Umili eroi della patria e dell’umanità. Narrazioni storiche ad uso delle scuole, con vignette, ritratti e fac-simili”, l’ultima sua opera, rappresenta una delle tappe più significative nella vita e nell’opera riccamente sfaccettate diEttore Socci.

Chi era Ettore Socci

Pisano di nascita, fiorentino d’adozione e grossetano in virtù di cinque elezioni consecutive per il collegio di quella città (1892 – 1905), Socci fu garibaldino, giornalista, scrittore e deputato del Regno d’Italia. Alla base della sua attività giornalistica e politica, intimamente legata alle sue opere, non è arduo identificare il sogno di un’Italia e di un mondo contraddistinto da quei valori che sarebbero poi diventati i capisaldi novecenteschi dell’azione politica tesa a promuovere il progresso civile dei popoli e la dignità dell’individuo: l’emancipazione della donna, l’allargamento del diritto al voto, la tutela degli operai e dei bambini, il decentramento del potere politico… l’elenco potrebbe continuare coprendo un ventaglio impressionante di tematiche.
Fortemente legato alla sua terra, Socci si sentiva però già cittadino di un mondo senza steccati. La lettura della sua prima opera, “Da Firenze a Digione. Impressioni di un reduce garibaldino“, ci permette di cogliere le radici del suo pensiero. Il libro della memoria di Socci venne pubblicato a Prato nel 1871 e poi a Pitigliano nel 1897.

Nuova edizione del libro

Giovedì 24 settembre alle ore 18, l’Istituto Italiano di Cultura di La Valletta, con il patrocinio dell’Ambasciata d’Italia e in collaborazione con il Dipartimento d’Italiano dell’Università di Malta, presenterà in videoconferenza una nuova edizione del libro pubblicata dalla Società Editrice Fiorentina e curata da Giuseppe Pace Asciak dell’Università di Malta. Il programma inizierà con i saluti di Massimo Sarti, Direttore dell’IIC di La Valletta, per poi continuare con gli interventi del curatore, di Luca Badini Confalonieri dell’Università degli Studi di Torino e di Massimo Ciani, presidente della casa editrice SEF. Si concluderà con le letture a cura di Marion Pace Asciak.
L’opera di Socci va inquadrata nel genere della memorialistica garibaldina e la tempestività con cui l’autore la pubblicò palesa la sua volontà di far conoscere subito le gesta degli “umili eroi”, simbolo della lotta altruistica per la libertà. Il momento culminante della campagna di Francia, per i garibaldini, è rappresentato dalle tre giornate di Digione (21 – 23 gennaio 1871) quando, alla fine di una rocambolesca lotta, gli uomini di Ricciotti Garibaldi riescono a strappare la bandiera del 61° reggimento prussiano, l’unica persa dalla loro poderosa macchina da guerra. Il resoconto si configura anche, e soprattutto, come un progressivo affinamento coscienziale rispetto al doloroso tema della guerra.

Ettore Socci e l’emancipazione della donna

Un altro tema prediletto di Ettore Socci è quello dell’emancipazione della donna. La sua spiccata sensibilità d’animo lo porta non di rado a declinare il racconto al femminile. La sua forma mentis è quella di un uomo profondamente convinto dell’uguaglianza fra i sessi. Questa consapevolezza verrà tradotta anche in termini politici quando, dopo una lunga battaglia condotta da lui e da altri parlamentari dai banchi dell’opposizione, riuscì nel 1904 a far approvare dalla Camera dei Deputati il disegno di legge sulla “Ammissione all’esercizio professionale delle donne laureate in giurisprudenza”.

Le credenziali per accedere alla videoconferenza sono:
https://zoom.us/j/98137788997…
Passcode: qYPWk8

Richiesta prenotazione a: [email protected]

Ettore Socci. Da Firenze a Digione. Impressioni di un reduce garibaldino ultima modifica: 2020-09-22T09:00:00+02:00 da Redazione

Commenti