Federica Brunini, autrice di “Due sirene in un bicchiere”, presenterà il suo romanzo a Malta mercoledì 7 novembre all’Istituto Italiano di Cultura La Valletta, alle ore 18,30.
Ha immaginato e dato forma alla sua opera nell’isola maltese di Gozo. Odore di salsedine, conchiglie, l’estate che trasfigura tutto, e poi quel tanto che basta di simbologie, mistero, chissà! Due sirene in un bicchiere è il romanzo che letto in inverno evoca l’estate più magica e, in estate, amplifica l’emozione nostalgica. Si tratta di un romanzare ardito; un romanzo corale come lo era il precedente “Quattro tazze di tempesta”, cui forse rimanda vezzosamente il titolo.

B&B Sirene Stanche

Anni addietro, Dana aveva bussato alla porta di Tamara recando con sé un bimbetto, la maestria nella cucina bio e tanta voglia di dare. Tamara, nel suo atelier incollava creature marine di cartapesta malinconicamente. Nasceva così il B&B, con i locali di Tamara, e la voglia di vivere di Dana, per inventare da zero vacanze detox, per chi chiedeva “asilo” con romantiche lettere scritte da cuori palpitanti in cerca di ristoro. Attraverso cibo biologico vegano, meditazione, danze sufi, riti di guarigione, tra yoga, tisane e niente wi-fi, messaggi sulle pareti, tarocchi personalizzati, l’anima riemerge!

due sirene in un bicchiere

In questo B&B, si compilano liste di desideri e si riesce a rimettersi in contatto con la propria interiorità. L’autrice ha creato un microcosmo di vacanza che non si trova in nessuna guida!

Una lettera azzurra

In “Due sirene in un bicchiere”,  non si prenota, ma si riceve una lettera azzurra con due sirene, che sono l’ok. Ci sono vacanze che sono viaggi nel nostro “io”, e romanzi che narrano di noi stessi prendendoci per mano; come se fosse poesia pura, si trovano risposte a domande sospese da tempo. “Ci sono tre giorni per piangere, tre giorni per guarire, tre giorni per gioire e uno per festeggiare”. Attorno a questo concetto si dipanano le storie degli ospiti e delle proprietarie del B&B, che ha ogni stanza con una scritta motivazionale. Le scritte sono sulla porta, e le camere vengono estratte a sorte all’arrivo.

due sirene in un bicchiere

Le magiche donne che gestiscono il B&B, insegnano silenziosamente che “il dolore è come un timer, devi decidere tu quando spegnerlo”; lì sirene stanche possono spegnere il “timer” e abbattere la porta del dolore per il bello che ci attende nel futuro.

Resilienza e rinascita

Ci sono le gemelle Lisa e Lara, sconsolate per pene d’amore, Olivia che desidera scordarsi dell’ex, immaginando un ristorante tutto suo. Intanto, le proprietarie del B&B, dolcissime, ma avvolte dal mistero, poco per volta si sveleranno in un luogo magico. Dopo tutto, “il posto che cerchi è quello che ti trova”, e questo il romanzo riporta all’estate, a Malta, e all’idea del sogno. Come scrive Federica Brunini nel suo libro “l’unico cuore senza dubbi è quello che ha smesso di battere” e i suoi protagonisti, palpitano per ritrovarsi. Gozo, Malta, luoghi cari al cuore degli italiani e isole cui l’italianità è cura e amore per l’arte e la lingua italiana.due sirene in un bicchiere

La presentazione del libro all’IIdC

La presentazione del libro, Due sirene in un bicchiere è organizzata dall’Istituto Italiano di Cultura La Valletta , il cui obiettivo istituzionale principale è quello di promuovere e diffondere la lingua, l’arte e la cultura Italiana. Il Dott. Sarti, direttore dell’Istituto italiano di Cultura, introdurrà la serata del 7 novembre presentando la scrittrice e giornalista Federica Brunini, autrice del libro.

Vi aspettiamo quindi numerosi mercoledì 7 novembre, all’Istituto Italiano di Cultura a St. George’s Square
Valletta. Ingresso gratuito.

Simona Aiuti

Autore: Simona Aiuti

Mi chiamo Simona Aiuti, sono giornalista, web editor e autrice di romanzi.
La scrittura è parte di me, infatti, amo la letteratura, la storia, lo sport, l’arte, ed esplorare i mutamenti del costume. Mi piace andare alle mostre e nei musei, sono curiosa del mondo.

Due sirene in un bicchiere, un romanzo italiano ambientato a Gozo ultima modifica: 2018-11-06T09:00:29+00:00 da Simona Aiuti

Commenti