Un nuovo protocollo anti- Covid dedicato alla categoria dei sub che decidono di immergersi nelle acque maltesi. L’obiettivo è quello di garantire lo svolgimento delle immersioni in tutta serenità.

La pandemia e la crisi del settore subacqueo

La pandemia causata dal Coronavirus ha determinato un lockdown a livello globale. Sono tantissime le attività che si sono fermate a causa del blocco scatenato dal lockdown. Anche Malta, purtroppo, non è stata da meno. E tutti hanno avvertito la conseguenze della crisi dovuta al blocco delle attività. Tra queste anche la subacquea ha avvertito il peso delle problematiche economiche. Ma Malta ha mostrato con tutte le sue forze di voler reagire ideando una novità che di certo apprezzeranno quanti amano le immersioni. Nell’isola maltese, il segmento diving rappresenta l’8 percento del turismo.

protocollo mare

Nuovo protocollo anti- Covid contro la crisi

Un nuovo protocollo ha proprio l’obiettivo di favorire quanti vogliono immergersi in tutta tranquillità nelle acque maltesi. La Professional Diving School Association ha dato vita a un nuovo protocollo di sicurezza volto a favorire la sicurezza dei subacquei che si immergono, specie in questo periodo caratterizzato dal Covid. All’associazione sono iscritti ben l’80 percento dei centri sub maltesi. Il protocollo ha ricevuto l’approvazione di Dan Europe; quest’ultima è l’organizzazione internazionale senza scopo di lucro che si occupa di medicina e ricerca scientifica allo scopo di promuovere la sicurezza dei subacquei.

L’International Institute of Diving Medicine and Safety

In più, la collaborazione tra PDSA e Dan Europe ha dato vita a un’ulteriore novità: infatti, di recente, c’è stata l’apertura dell’International Institute of Diving Medicine and Safety. Si tratta del primo istituto al mondo di questo tipo. La Professional Diving School Association è sia membro del board che collaboratore per lo svolgimento delle diverse attività di teoria e di pratica. L’istituto ha l’obiettivo di promuovere un ampio programma di formazione accademica progettando programmi di corso specifici nel campo della sicurezza subacquea, della ricerca e della medicina. Ampia attenzione anche agli aspetti legati alla sostenibilità, sia economica che ambientale, dell’industria subacquea. Le lezioni avranno luogo presso il campus ITS di Qala, a Gozo.

L’importanza del protocollo e dell’Istituto

Senza ombra di dubbio, sia il protocollo che l’istituto sono due novità di grande rilevanza per quanti vogliono fare immersioni in tutta sicurezza. Specie dopo il Covid, è necessario poter riprendere le attività avendo anche alti livelli di tutela di chi decide di ripartire svolgendo pratiche in tutta serenità. L‘International Institute of Diving Medicine and Safety, considerati gli standard presenti al suo interno, fa di Malta una destinazione di altissimo livello anche di sicurezza per i subacquei.

Non solo protocollo…novità in arrivo per gli amanti delle immersioni

A Malta sono presenti oltre 30 diversi spot ricreativi e altrettanti tecnici con relitti risalenti alle due guerre. Sono diverse e tutte interessanti le novità in arrivo per quanti amano le immersioni. La Professional Diving School Association ha infatti diversi progetti in cantiere da avviare nei prossimi mesi. Tutti volti, ovviamente, a favorire la sicurezza di quanti si apprestano a fare immersioni nelle acque maltesi.

Nuovo protocollo anti- Covid per le immersioni ultima modifica: 2021-01-06T09:30:00+01:00 da Cristina Scevola

Commenti

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x