C’è molto da scoprire e da approfondire visitando Malta da una dimensione tutta particolare, quella subacquea. Perché nelle profondità delle acque che circondano le isole dell’arcipelago maltese esiste un mondo sommerso che ci parla di storia recente ma anche molto antica. Questo tratto di mare Mediterraneo, le cui acque molto trasparenti sono dovute sia a particolari correnti marine che alle temperature complessivamente tiepide per gran parte dell’anno, si presta molto alle immersioni subacquee. Esperienza unica perché le tre isole sono ricche di scogliere, grotte e reperti archeologici più o meno antichi.

Blue Hole di Gozo (pagina fb Visit Malta © babisplatipodis instagram)

Dai 12 metri dalla caletta di Ghar Lapsi si può arrivare ad immersioni fino ai 50 metri del tunnel subacqueo di Lantern Point. Senza dimenticare il Blue Hole di Gozo, la caverna sottomarina a cui si accede solo immergendosi. Il suo ingresso è un suggestivo e profondissimo buco formatosi in seguito all’erosione delle rocce. Questo incredibile “buco blu”, profondo circa 15 metri e largo 10, è molto apprezzato dagli amanti delle immersioni subacquee. E’ collegato, sotto la superficie, da un tunnel che sbuca verso il mare aperto.

Una capsula del tempo sui fondali del mare attorno all’arcipelago maltese

Se il Blue Hole di Gozo è una straordinaria attrazione ambientale, sotto il mare di Malta anche l’uomo ha lasciato molte tracce. Reperti e resti archeologici che non sono alla portata di tutti perché la barriera fisica creata dal mare è un dato oggettivo, ma che è possibile comunque vedere grazie ad un museo virtule. Si chiama Underwater Malta ed è un progetto creato grazie al supporto di Heritage Malta e Malta Tourism Authority. Un modo per andare alla scoperta dei fondali maltesi grazie alle più recenti tecnologie. I siti presentati in questo museo online, The Virtual Museum – Malta subacquea, si trovano sul fondo del mare sia a Malta che a Gozo. Sono la testimonianza di quello che questo arcipelago ha rappresentato nella sua lunghissima storia.

rlitto fenicio pagina fb Visit Malta
relitto fenicio (pagina fb Visit Malta)

Andiamo quindi alla scoperta di un relitto fenicio che ha oltre 2700 anni, individuato nel 2007 al largo dell’isola di Gozo. Si trova a 110 metri di profondità, a poca distanza dal villaggio di Xlendi, e rappresenta un sito archeologico particolarmente importante per lo stato di conservazione del reperto, con un carico di oggetti in pietra e ceramica che a tutt’oggi rappresentano l’unica testimonianza così preservata di epoca fenicia. Il reperto testimonia come si navigasse allora nel Mediterraneo centrale. E ha fornito un importante contributo alla conoscenza della storia economica e commerciale di questo mare durante il periodo arcaico.

Dai reperti di epoca fenicia ai resti di velivoli e navi dei due conflitti mondiali

Ma se nel corso dei secoli le isole dell’arcipelago sono state testimoni di naufragi molto antichi come questo, in tempi più recenti sono state scenario anche di importanti blocchi navali, battaglie aeree, scenari di guerra durante il primo e il secondo conflitto mondiale. Nel fondo del mare delle isole maltesi ci sono resti di cannoni vittoriani, cacciatorpedinieri, velivoli tedeschi del tipo comunemente noto come “Stuka”, aerei da attacco americani Douglas Skyraider, sottomarini della Royal Navy. The Virtual Museum-Malta Subacquea è una piattaforma on line che vuole mettere a disposizione di tutti il patrimonio subacqueo di Malta.

museo subacqueo

Un’esperienza virtuale di enorme interesse che il team del progetto ha potuto realizzare grazie all’utilizzo, durante le immersioni per le riprese, di sofisticate apparecchiature quali potenti fotocamere e speciali luci per illuminare i siti da fotografare sott’acqua. Le immagini ad alta risoluzione ottenute grazie al lavoro dei subacquei sono state poi convertite in modelli 3 D e di realtà virtuale. Attività e strumenti fondamentali che hanno consentito non solo di far conoscere questi importanti reperti ma anche di poterli vedere e studiare contestualizzati nella particolare realtà in cui si trovano e sono “naturalmente” conservati da tanti, in alcuni casi tantissimi anni. Underwater Malta è un museo virtuale ricco non solo di immagini ma anche di informazioni. Alla scoperta di quella Malta subacquea fatta non solo di uno straordinario ambiente naturale ma anche di tante testimonianze storiche.

(credit foto in evidenza e ultima: pagina fb Virtul Museum Underwater Malta)

Malta subacquea, l’esperienza del museo virtuale Underwater Malta ultima modifica: 2021-09-01T09:00:00+02:00 da Cristina Campolonghi

Commenti

Subscribe
Notificami
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Julieta B. Mollo

Che bello!

2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x