È stato denominato l’Albero della speranza ed è un albero di Natale interamente realizzato all’uncinetto. L’originale opera è frutto del lavoro delle Gozo Crafty Ladies, un gruppo di volontarie di Gozo. Allestito all’esterno del consiglio comunale di Kerċem, l’albero, alto circa 7 metri e mezzo, è illuminato ufficialmente da domenica 29 novembre e resterà esposto in piazza fino al 7 gennaio. Per coprirlo, sono state cucite ben cento coperte, che dopo le festività natalizie saranno distribuite a chi ne ha bisogno.

L'Albero della speranza

L’Albero della speranza, un messaggio d’amore per chi lotta contro il Covid-19

Sebbene, a causa della pandemia, al gruppo non sia stato possibile incontrarsi fisicamente dallo scorso mese di marzo, le volontarie non si sono scoraggiate, ma hanno pensato di creare qualcosa di diverso. Lo hanno fatto con amore, realizzando l’Albero della speranza. Esso vuole essere un messaggio speciale per chi, in questo periodo, sta combattendo contro il Covid-19.

Susan Atzori: “Ricordare i pazienti e gli anziani”

Lo ha dichiarato Susan Atzori, leader del gruppo, che invita tutti ad andare a vedere l’albero e sperare che questo difficile periodo passi presto. «L’idea di realizzare l’Albero della speranza è nata l’anno scorso, per fare qualcosa di diverso e speciale – ha spiegato Atzori – . Poi, a causa dell’incertezza e del panico da Covid-19, abbiamo deciso di chiamarlo così, perché vedendolo le persone possano avere fede e sperare che tutto andrà bene. È un simbolo. Vuole ricordare che siamo tutti nella stessa tempesta ed è importante essere generosi gli uni con gli altri. Soprattutto, vuole ricordare i più vulnerabili. Principalmente i pazienti dei nostri ospedali e gli anziani».

L'Albero della speranza visto dall'interno

L’attività delle volontarie del Gozo Crafty Ladies

Il gruppo Gozo Crafty Ladies è composto da donne del luogo e straniere. Il loro obiettivo è aiutare le associazioni di beneficenza e le missioni attraverso la donazione di creazioni artigianali. Queste sono realizzate prevalentemente a maglia e all’uncinetto. Negli ultimi mesi, le Gozo Crafty Ladies hanno destinato articoli al Nicpu e all’Unità di Terapia Intensiva Pediatrica Neonatale dell’Ospedale Mater Dei.

coperta

Hanno inviato sciarpe e cappelli a un campo profughi in Grecia, donato oggetti da vendere con i fondi della missione e inviato articoli in Etiopia, Perù e Guatemala con i missionari. Il gruppo aiuta anche una fondazione antitumorale locale con donazioni regolari di coperte e cappelli ai pazienti chemioterapici. Le volontarie, che si riuniscono ogni venerdì pomeriggio presso il Comune di Kercem, non accettano donazioni in denaro. Gradiscono, invece, ricevere lana e filati, utili per le loro creazioni.

L’Albero della speranza, fatto all’uncinetto dalle Gozo Crafty Ladies ultima modifica: 2020-12-09T09:00:00+01:00 da Antonietta Malito

Commenti