Durante il periodo natalizio non possono mancare luminarie per le strade della città, addobbi nelle case. E ancora regali, cibi tradizionali, riunioni di famiglie attorno a tavole imbandite. Ma, soprattutto, la musica. È tutto ciò che rende le festività natalizie magiche. Che crea quell’atmosfera che tutti amiamo. Quel calore che scalda e scioglie i cuori. Dunque, per delle festività che si rispettino, il Concerto di Natale è d’obbligo. Quest’anno, a Malta, l’appuntamento con le dolci ed emozionanti musiche natalizie è per mercoledì 18 dicembre. L’Ambasciata d’Italia insieme all’Istituto Italiano di Cultura si sono fatti organizzatori e promotori di quest’immancabile manifestazione. In collaborazione con il Valletta Baroque Festival, il  Teatru Manoel e la Chiesa di Santa Caterina.

Giovani prodigi per il Concerto di Natale

Il Concerto di Natale maltese, dicevamo, sarà mercoledì 18 dicembre, alle 17.00 nella Chiesa di Santa Caterina d’Italia, situata all’inizio di Merkanti Street. La chiesa degli italiani a Malta è un luogo di culto ma anche un piccolo museo che conserva opere del pittore Mattia Preti. È qui che ogni domenica mattina Don Gino Gauci celebra la messa in italiano. E tra le mura accoglienti echeggeranno le note dell’Orchestra da Camera Canova. Proprio i solisti della giovane orchestra si esibiranno insieme al violino di Indro Borreani. L’enfant prodige di Savigliano, classe 2000, suona il violino da quando aveva solo cinque anni. Si è diplomato due anni fa, con lode, nel Conservatorio G. F. “Ghedini” di Cuneo e ha già fatto conoscere la sua bravura a mezzo mondo. Oltre a essere vincitore di numerosi concorsi internazionali.

I musicisti dell'orchestra che suoneranno per il Concerto di Natale
Foto dalla pagina facebook dell’evento organizzato dall’IIC la Valletta

L’Orchestra da Camera Canova

A dirigere Borreani e i solisti, l’altrettanto giovane portento italiano, Enrico Saverio Pagano. A soli 24 anni è direttore, nonché fondatore, dell’Orchestra da Camera Canova. Un ensamble unico, nato quasi per gioco nel 2014. Canova, il cui significato, oltre che nome del grande scultore neoclassico italiano, sta a indicare ‘casa nuova’, rispecchia ciò che l’orchestra è per i musicisti che la compongono: una casa, una famiglia. Musicisti giovanissimi che interpretano pilastri della musica internazionale, quali Mozart, Beethoven, Rossini, solo per citarne alcuni, con freschezza, energia e leggiadria. E allieteranno l’udito di chi parteciperà al concerto con musiche della tradizione barocca europea. Brani di Lully, Vivaldi e Haendel si alterneranno ad assoli di violino e composizioni per archi. Intermezzati, inoltre, dalle danze di Rameau. Per concludere, un medley dei più famosi canti della tradizione natalizia. Il Concerto di Natale di mercoledì 18 è, pertanto, un appuntamento da non perdere!

Immagine in evidenza: dalla pagina facebook dell’evento dell’Orchestra da Camera Canova.

Serena Villella

Autore: Serena Villella

Serena di nome e di fatto. Appassionata e paziente. Una laurea triennale in Lingue Moderne e una specialistica in Interpretariato e Mediazione Interculturale. Amante della vita e irrimediabile sognatrice. “Vedo orizzonti dove gli altri disegnano confini”.
Concerto di Natale con il violinista Indro Borreani ultima modifica: 2019-12-14T09:00:00+01:00 da Serena Villella

Commenti