L’iscrizione all’A.I.R.E. (Anagrafe Itialiani Residenti all’Estero) è un dovere a cui sono chiamati ad adempiere tutti gli italiani che risiedono fuori dall’Italia per un periodo di tempo superiore ai 12 mesi. L’A.I.R.E. è un registro gestito dai Comuni italiani che contiene l’elenco dei cittadini che si sono stabiliti all’estero. Solo gli iscritti all’A.I.R.E. possono usufruire di una serie di servizi erogati dai consolati italiani.

Quali vantaggi si acquisiscono con l’iscrizione all’A.I.R.E.?

Con l’iscrizione all’A.I.R.E. i cittadini itialiani residenti all’estero acquisiscono i seguenti vantaggi (art. 6 legge 470/1988):

  • L’idoneità al voto per elezioni politiche e referendum (per corrispondenza nel Paese di residenza), e per l’elezione dei rappresentanti italiani al Parlamento Europeo (nei seggi istituiti dalla rete diplomatico-consolare nei Paesi appartenenti all’U.E.);
  • la possibilità di ottenere il rilascio o rinnovo di documenti di identità e di viaggio, nonché certificazioni;
  • la possibilità di rinnovare la patente di guida (per i Paesi extra U.E. e per maggiori informazioni si consiglia di consultare il sito della Farnesina ).

Come ci si iscrive all’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero (A.I.R.E.)?

L’iscrizione all’A.I.R.E. dei cittadini italiani residenti all’estero é gratuita. Si deve contattare l’Ufficio consolare competente (nel caso di Malta l’Ufficio è a Valletta) e si deve dichiarare (entro 90 giorni dal trasferimento) il cambiamento di residenza. La dichiarazione avviene solitamente attraverso la compilazione di moduli prestampati, scaricabili o compilabili anche via web. Alla richiesta andrà allegata tutta la documentazione riguardante la nuova residenza (es. il nuovo indirizzo in cui verrà trasferita la residenza) e la copia di un documento d’identità in corso di validità. In alcuni casi l’iscrizione può anche avvenire d’ufficio, sulla base di informazioni di cui l’Ufficio consolare sia venuto a conoscenza.

Iscrizione A.I.R.E. : quando comunicare i cambiamenti

Il cittadino italiano iscritto all’A.I.R.E. deve tempestivamente comunicare all’ufficio consolare i seguenti cambiamenti:

  • il trasferimento della propria residenza o abitazione;
  • le modifiche dello stato civile anche per l’eventuale trascrizione in Italia degli atti avvenuti all’estero (matrimonio, nascita, divorzio, morte, ecc.);
  • il rientro definitivo in Italia;
  • la perdita della cittadinanza italiana.

È importante che le informazioni inerenti l’iscritto A.I.R.E. siano sempre aggiornate, al fine di ricevere nei tempi dovuti tutte le certificazioni e le documentazioni necessarie.

Come ci si cancella dall’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero (A.I.R.E.)?

È importante cancellarsi dall’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero (A.I.R.E.)  nei seguenti casi:

  • in seguito a rimpatrio (in questo caso ci si iscrive nell’Anagrafe della Popolazione Residente (A.P.R.) di un Comune);
  • per perdita della cittadinanza italiana;
  • in caso di decesso

La cancellazione deve essere comunicata alla sede dell’ufficio consolare del Paese di residenza.

A.I.R.E. italiani residenti all’estero: come e quando iscriversi ultima modifica: 2021-02-15T09:30:00+01:00 da Marzia Cipollone

Commenti

Subscribe
Notificami
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Raffaella Natale

grazie per queste preziose informazioni

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x