In occasione delle elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo, l‘Ambasciata d’Italia La Valletta ha diramato un comunicato con le istruzioni operative per i connazionali temporaneamente presenti a Malta che intendono esercitare il loro diritto di voto.

Le indicazioni per presentare la domanda

In occasione delle elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo, che si svolgeranno in tutti i Paesi membri dell’Unione Europea nel periodo compreso tra giovedì 23 e domenica 26 maggio 2019, gli elettori italiani che si trovino temporaneamente in un Paese membro dell’Unione Europea per motivi di lavoro o di studio, nonché i familiari conviventi, possono votare per i rappresentanti italiani presso i seggi istituiti dagli Uffici consolari.
L’Ambasciata d’Italia a Malta, tramite il suo sito, ha indicato le modalità per poter inoltrare la domanda al paese ospitante. Entro e non oltre il 7 marzo 2019, è necessario presentare una domanda che, deve essere compilata utilizzando un apposito modulo messo a disposizione sul sito dell’Ambasciata. La domanda deve essere indirizzata al Sindaco del comune di iscrizione nelle liste elettorali e presentata al Consolato italiano. Sarà questo ente a prenderla in carico e fare in modo che il voto possa essere espletato.

rinnovo del Parlamento europeo - diritti umani

La richiesta da inoltrare, sarà ritenuta valida solo se verranno indicati i motivi per cui il cittadino italiano si trova nello stato comunitario. Fondamentale sarà il documento con cui il datore di lavoro o l’istituto presso il quale il cittadino italiano svolge la sua attività di studio, attesta i motivi per i quali il connazionale si trova nel territorio della circoscrizione consolare. Un’alternativa è quella di presentare una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà redatta ai sensi dell’articolo 47 del D.P.R. 445/2000. Questo documento, come il precedente, deve contenere indicazioni sull’attività svolta nel Paese membro dal connazionale e, dove necessario, la qualifica del familiare convivente.

Tre modalità di consegna

La domanda per richiedere la possibilità di votare per il rinnovo del Parlamento europeo in uno stato dell’Unione Europea deve essere presentata al Consolato italiano. Sono tre le modalità per presentare la documentazione che, come detto, deve pervenire all’istituzione entro e non oltre la data del 7 marzo 2019. Oltre questa data, infatti, le domande non saranno più accettate. A quel punto i connazionali potranno esercitare il proprio diritto di voto solo in Italia o nel Paese europeo di abituale residenza, solo se iscritti all’AIRE (Anagrafe degli Italiani residenti all’estero).

La prima possibilità è quella di allegare tramite posta elettronica una scansione della domanda firmata, della certificazione o della dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà e la fotocopia del documento di identità del richiedente.
La seconda possibilità prevede di spedire tramite servizio postale la scansione della domanda firmata, della certificazione o della dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà e la fotocopia del documento di identità del richiedente all’Ambasciata.
La terza possibilità è quella di  consegnare personalmente la scansione della domanda firmata, della certificazione o della dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà e la fotocopia del documento di identità del richiedente presso gli uffici dell’Ambasciata d’Italia a Malta.

Come votare per le Europee se vi trovate temporaneamente a Malta per motivi di studio o lavoro ultima modifica: 2019-02-04T08:02:48+00:00 da Paola Stranges

Commenti