Un tuffo nel passato medievale tra i vicoli di Mdina

Il Medieval Mdina 2018 è la festa medievale più attesa dell’anno. Farà da incredibile scenario Mdina, la vecchia capitale maltese, conosciuta in tutto il mondo per la bellezza e il silenzio dei suoi vicoli. Nella due-giorni di festa le sue stradine si riempiranno di curiosi, artisti e appassionati del periodo medievale. Appuntamento quindi il 5 ed il 6 maggio 2018 per rivivere gli eventi storici principali che si sono verificati a Malta tra il 1200 e il 1500 d.C..

CURIOSITÀ: quest’anno ricorre il decimo anniversario di questa manifestazione. Ciò significa che lo spettacolo sarà ancora più emozionante e… gli organizzatori hanno già annunciato la rappresentazione di una grande battaglia!

Cosa aspettarsi dal Medieval Mdina 2018

Durante il Medieval Mdina 2018 le strade e le piazze di Mdina riprenderanno vita e ospiteranno le rievocazioni di scene comuni in quell’epoca storica, ad esempio:

  • il mercato degli schiavi;
  • il banditore;
  • le cucine medievali;
  • i combattimenti con la spada;
  • il tiro con l’arco;
  • le taverne medievali;
  • ecc.

Ma non finisce qui.

La manifestazione si arricchisce con esibizioni di magia, musica dal vivo, battaglie, sfilate, sbandieratori, e tanto altro! Le attrazioni turistiche, poi, estenderanno i loro orari di apertura e applicheranno delle offerte speciali. Non mancherà ovviamente il cibo e molti ristoranti e locali adotteranno un menù “medievale” con prodotti dell’epoca. Il festival è la giusta occasione per uno scambio culturale tra talenti maltesi e gruppi stranieri: insieme renderanno accessibile a tutti l’eredità storica che ci ha lasciato il periodo medievale.

Qui di seguito potrete trovare tutti i partecipanti locali confermati:

Medieval Mdina 2018, artisti locali confermati(credits: evento facebook Medieval Mdina Festival 2018 by Show of Arms – @SOAMalta)

Il Medieval Mdina 2018 rappresenta, inoltre, un’imperdibile opportunità didattica per bambini e studenti – ma anche adulti! – interessati alla storia di Mdina. Organizzato dal Mdina Local Council – il più piccolo comune maltese – questo festival è il risultato di un grande lavoro di collaborazione con alcuni dipartimenti del Governo, l’aiuto dei residenti e quello delle piccole e medie imprese presenti a Mdina. Il supporto non viene fornito esclusivamente sotto forma di pubblicità, ma anche con la partecipazione diretta all’evento mediante stand che espongono i loro prodotti. Tutta la comunità di Mdina è dunque direttamente coinvolta nella preparazione, realizzazione ed esecuzione dell’evento. L’obiettivo è uno solo: creare un’atmosfera capace di far divertire tutti, grandi e piccini.

Mdina, la città del silenzio

mdina
Mdina

La popolarità del Medieval Mdina è evidente e lo dimostra il numero dei visitatori che ogni anno visitano la vecchia capitale maltese, incuriositi da questo spettacolo. Numerose sono anche le agenzie di viaggio che ricevono richieste di informazioni e di prenotazioni da stranieri proprio durante quei due giorni. Ciò significa che non solo i maltesi, ma anche i turisti sono entusiasti dell’evento!

Fondamentale, allora, fare un riferimento a Mdina e a come raggiungerla.

La storia di Mdina, la Città Notabile

Come anticipato, Mdina è l’antica capitale di Malta. È conosciuta in tutto il mondo anche come Medina, la Città Silenziosa o la Città Vecchia e si fregia del titolo di Città Notabile.

La sua storia parte da molto lontano.

La sua prima fortificazione risale ai Fenici intorno al 700 a.C., che la chiamavano MalethSituata in una posizione strategica su uno dei più alti punti dell’isola e alla massima distanza dal mare, Mdina fu sempre meta di conquiste per dominare l’intero territorio. Sotto il Sacro Romano Impero divenne un Municipium e fu qui che il Governatore Romano fece costruire il suo palazzo. Tradizione vuole che l’Apostolo San Paolo visse in questa cittadina dopo il suo storico e rocambolesco naufragio.

La maggior parte della sua attuale architettura porta ancora i segni del periodo Fatimide, iniziato nel 999 d.C.. I Fatimidi furono la dinastia musulmana sciita più importante di tutta la storia dell’Islam e che dominò su gran parte dell’Africa settentrionale e anche su Malta. Essi la circondarono con spesse fortificazioni, allargarono il fossato e la separarono dalla città più vicina, Rabat. Questo fino al 1091 d.C., quando Malta fu conquistata dai Normanni. Il 20 giugno 1428 Alfonso d’Aragona riunì Malta e Gozo al Regno di Sicilia, fece diventare Mdina capitale dell’isola e le diede il nome di “Città Notabile”, tuttora in uso.

L’era dei Cavalieri di Malta

Nel 1530 d.C. Malta passò all’Ordine dei Cavalieri Ospedalieri di San Giovanni e fu proprio l’antica città ad ospitare la cerimonia di giuramento di ciascun Gran Maestro, nella quale si prometteva la protezione delle isole maltesi e dei diritti dei suoi sudditi. Nel 1693 d.C. si verificò un terribile terremoto dopo il quale i Cavalieri di Malta dovettero ricostruire la cattedrale, Palazzo Falzon, il Palazzo Magistrale e portare avanti altri importanti progetti di restauro. Fu così introdotto lo stile barocco all’interno del paesaggio urbano.

Oggi

Attualmente Mdina conserva ancora il suo aspetto monumentale ma è abitata ormai da poche centinaia di persone. La maggior parte dei palazzi sono case private e l’accesso con le automobili è riservato ad un numero limitato di persone (residenti) o solo in occasioni di emergenza.

Come arrivare a Mdina

bus MaltaArrivare a Mdina significa viaggiare verso il centro dell’isola maltese. Vediamo come fare partendo dai principali luoghi turistici.

  • Da Valletta

I bus disponibili sono i numeri 51 e 53, dalla fermata Valletta C2.

Il tragitto dura generalmente 30 minuti dopo un totale di 31 fermate. Il capolinea è Mdina ed è all’esterno delle mura, dovrete quindi attraversare il parco ed il ponte di ingresso della cittadina.

  • Da Sliema Ferries

Da qui non esiste un bus diretto, quindi bisognerà cambiare.

Prendendo il bus numero 21, direzione Valletta, dalla fermata Sliema Ferries 1, scendete a Bombi 1 e dirigetevi verso Bombi 3. Qui prendete il bus numero 51 o 53 che vi porterà fino a Mdina.

Prendendo il bus numero 233 o X2 da Sliema Ferries 3, scendete a Universita 1 e prendete il bus numero 181 da Universita 3, direzione Dingli. La fermata è Mdina.

Prendendo il bus numero 13 o 14 o 15 o 16, direzione Valletta, da Sliema Ferries 4, scendete a Bombi 1 e dirigetevi verso Bombi 3. Qui prendete il bus numero 51 o 53 come sopra.

  • Dal Duomo di Mosta

Partendo dalla fermata Rotunda 1, il bus da prendere è il numero 186 in direzione Rabat. La fermata è Rabat 1.

Medieval Mdina 2018, ponte di ingresso di Mdina

Buon festival medievale a tutti! 

Sabrina Furia

Autore: Sabrina Furia

Divoratrice di libri, viaggiatrice seriale e ottimista senza speranza.
Appassionata di tutto quello che riguarda il mondo dei social media, della SEO e del content & copywriting. Amante della scrittura, della fotografia e della natura… dove mi lasci non mi trovi!

Medieval Mdina 2018: una due-giorni indimenticabile ultima modifica: 2018-05-04T09:11:06+00:00 da Sabrina Furia

Commenti