Cortona (Toscana) ha ospitato due giorni di studio dedicati ai 500 anni dalla nascita di Francesco Laparelli, architetto militare fra i più importanti del Cinquecento. L’evento ha unito la città etrusca a Malta, dove Laparelli operò a La Valletta, ricostruendola dopo il grande assedio dei turchi. Alla celebrazione, intitolata “Laparelli 500”, hanno partecipato ospiti di rilievo. Tra questi, l’ambasciatore di Malta in Italia Carmel Vassallo. Le celebrazioni sono state organizzate dall’amministrazione comunale di Cortona e dall’Accademia Etrusca, con la regia del giornalista Sandro Addario. Tutte le fasi dei due giorni dedicati a Laparelli sono state trasmesse in diretta e sono rivedibili sul canale YouTube del Comune di Cortona.

Cortona, il sindaco

Ospiti d’eccezione

Nella sala del Centro Convegni Sant’Agostino, il sindaco di Cortona, Luciano Meoni, l’assessore alla cultura Francesco Attesti, e il vice lucumone Paolo Bruschetti dell’Accademia Etrusca, hanno salutato gli illustri ospiti. Oltre all’ambasciatore Vassallo, sono intervenuti: l’ambasciatore italiano a Malta Fabrizio Romano (in collegamento da La Valletta); il sindaco di La Valletta Alfred Zammit; il professore Keith Sciberras, direttore del Dipartimento di Arte e Storia dell’Arte dell’Università di Malta; il professor Conrad Thake, dello stesso Dipartimento. In collegamento da Perth, è intervenuto il professore Roger Vella Bonavita, della Western Australia University. Nel corso del summit, inoltre, è stato proiettato un video intervento del Ministro della Cultura maltese Josè A. Herrera. Sono stati trasmessi anche due video promozionali volti a esaltare le bellezze artistiche di Malta e Cortona. Numerose le relazioni illustrate da studiosi e docenti universitari italiani e maltesi.

Mappa

I momenti salienti

Gli studenti dell’Istituto Tecnico Economico di Cortona sono stati gli ospiti ufficiali. In collegamento zoom hanno presentato un video in cui fanno da guida nei luoghi cortonesi di Laparelli, cominciando proprio dalla loro scuola, che porta il suo nome. Gli studenti hanno anche presentato un e-book sulla vita dell’architetto e della sua famiglia, da loro realizzato. Nel corso della cerimonia, è stata consegnata una borsa di studio della matematica “Catia Ridolfi”. Altro momento importante è stata l’inaugurazione di una nuova targa stradale sul viale Francesco Laparelli, nei pressi dell’antica porta che conduce alla Basilica di Santa Margherita. È seguita una visita guidata alla Fortezza del Girifalco, alla cui fortificazione partecipò lo stesso Laparelli.

Cortona, manifesto evento

L’architetto che costruì la nuova Valletta

Francesco Laparelli, nato a Cortona nel 1521, ha operato in diverse parti d’Italia e in particolare a Malta. Nel 1565 l’isola era sotto l’assedio dei turchi e Laparelli propose dei rimedi per scongiurarne la perdita. Quando i turchi si ritirarono, il Papa inviò l’architetto al Gran Maestro dei Cavalieri, Jean de la Vallette. Visti i gravi danni arrecati alle fortificazioni, questi decise di ricostruire la città e incaricò Laparelli di occuparsi della costruzione, poi completata dall’ingegnere maltese Girolamo Cassar. I disegni autografi dell’architetto cortonese per la realizzazione di Valletta sono oggi conservati presso il Maec di Cortona. Qui arrivarono grazie alla donazione, fatta nel 2008 all’Accademia Etrusca, dalla contessa Costanza Laparelli Pitti, ultima discendente del ramo di Francesco, perché fossero esposti ai visitatori del museo.

Futuro gemellaggio

La cerimonia di Cortona si è conclusa con l’impegno assunto dai sindaci Meoni e Zammit di rafforzare ulteriormente i contatti tra La Valletta e Cortona, al fine di incrementare l’interscambio culturale, economico e sociale. Gli stessi hanno anche espresso la volontà di esaminare la possibilità di arrivare a un gemellaggio ufficiale tra le due città, in memoria di Francesco Laparelli.

(Foto, sito web del Comune di Cortona)

Cortona e Malta unite per celebrare Francesco Laparelli ultima modifica: 2021-10-14T09:00:00+02:00 da Antonietta Malito

Commenti

Subscribe
Notificami
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x