Sei in vacanza a Malta o ti sei appena trasferito e vuoi conoscere l’isola? In ogni caso non puoi non visitare Mdina, l’ex capitale di Malta. La “città del silenzio”, chiamata così per via della pace e tranquillità che vi si respira, ti aspetta. Ti suggeriamo 5 cose da fare durante la tua permanenza.

Mdina, la città del silenzio

Mdina, così denominata dagli arabi, si trova nel cuore dell’isola. La sua costruzione risale a 3000 anni fa e avvenne per opera dei Fenici. Arroccata su una collina a 190 metri sul livello del mare, offre uno spettacolo mozzafiato. Un tempo era tutt’uno con Rabat, quartiere abitato fuori dalle mura. Gli arabi, per meglio difendersi, divisero i due borghi attraverso un fossato. Fu, come dicevamo, capitale fino al 1530, anno in cui i Cavalieri dell’Ordine di San Giovanni di Gerusalemme costruirono La Valletta, che le rubò il ruolo. Chiamata Melita in epoca romana, è conosciuta per i suoi palazzi medievali e rinascimentali e le viuzze del centro storico che si intersecano in un groviglio magico. Vi si accede, essendo cinta da mura fortificate, tramite due maestose porte: la Main Gate e la Greek’s Gate. Oggi conta pochi abitanti che contribuiscono a mantenere intatto l’alone surreale che avvolge la città.

5 cose: le stradine del centro
Le stradine di Mdina – Credit : itinerari.com

5 cose da non perdere

Mdina è una delle principali mete turistiche dell’arcipelago maltese. Oltre a perderti nel gomitolo di stradine strette del centro storico, a smarrirti nella pace del luogo, ad ammirare gli scorci più suggestivi, ecco cinque cose che non puoi assolutamente non fare se ti trovi nella città.

1) Visitare piazza San Paolo, il foro di Mdina

Dopo aver scrutato attentamente la ragnatela di vie del centro storico, raggiungi il cuore della città. Ti si aprirà davanti agli occhi quello che fu l’antico foro di Mdina: piazza San Paolo. Il barocco predomina in questo luogo. Lo trovi negli eleganti palazzi che vi si affacciano. Ne sono esempio Palazzo Gatto, Palazzo Santa Sofia, la sede della Banca di Malta e Palazzo de Piro. E lo trovi nella Cattedrale dedicata a San Paolo. Costruita a fine seicento, ha un interno impreziosito da affreschi, decorazioni e da un altare in argento. Una volta lì, estendi la visita al museo adiacente. Il Museo della Cattedrale di San Paolo conserva una collezione di indumenti liturgici, archivi stilati dal Vescovo di Mdina oltre a reperti archeologici di epoca Romana. Si tratta di una delle istituzioni culturali più attive della città e spesso si organizzano mostre di fotografia e arte contemporanea nelle sue sale.

5 cose: Cattedrale San Paolo
La facciata della cattedrale di San Paolo – Credit: Siviaggia

2) Passeggiare nei giardini

Nelle calde giornate estive chi non vuole rifugiarsi in un luogo fresco e tranquillo? I giardini collocati nei fossati della città sono il luogo ideale. Gli Howard Gardens, poi, sono il confine naturale tra Mdina e Rabat. Si può passeggiare in tutta calma sotto gli aranci e tra le palme, all’ombra dei quali conversano i pochi abitanti rimasti. Si trovano a pochi passi dal bastione centrale della cinta muraria. E, poi, non molto lontano dai giardini si può visitare l’area archeologica con i resti di una villa romana.

5 cose: i giardini
Spazi verdi fuori le mura – Credit: Siviaggia

3) Visitare il museo delle torture

Un’altra cosa imperdibile da fare a Mdina è visitare il museo delle torture. Il Mdina Dungeouns raccoglie testimonianze storiche sulle pene inflitte ai prigionieri durante il Medioevo. Una volta dentro, ti sembrerà davvero di essere tornato indietro nel tempo, in quella che fu una delle epoche più buie della storia. I manichini in cera, gli strumenti con cui venivano praticati i supplizi, le urla e i pianti in sottofondo riproducono fedelmente le scene.

Mdina Medieval Festival
Scene del Festival Medievale – Credit: Il Corriere di Malta

4) Tra le 5 cose ti consigliamo di andare al Festival Medievale di Mdina

Come dicevamo, il Medioevo fu un periodo che segnò la storia di molti popoli. I maltesi lo ricordano ogni anno, a fine aprile, con questo festival molto intrigante. Si tratta di una festa ambientata del centro storico, trasformato in un borgo medievale. Soldati armati, cavalieri con le loro dame abbigliati come l’epoca comanda ricreano la giusta atmosfera. Per l’occasione, i palazzi nobiliari consentono ai visitatori di osservare le decorazioni sfarzose che li caratterizzano.

Piazza Tas-Sur
Il belvedere di piazza Tas-Sur – Credit: wikipedia

5) Ammirare Mdina da Piazza Tas-Sur

Infine, ti suggeriamo di raggiungere il belvedere di Piazza Tas-sur. Non te ne pentirai. Si trova su un bastione delle mura di cinta e, data l’altezza, offre una vista suggestiva dell’intera città silenziosa, con i suoi tetti e i suoi palazzi. Ti consigliamo di andarci al tramonto poiché i colori del crepuscolo rendono la visita ancora più incantevole.

Serena Villella

Autore: Serena Villella

Serena di nome e di fatto. Appassionata e paziente. Una laurea triennale in Lingue Moderne e una specialistica in Interpretariato e Mediazione Interculturale. Amante della vita e irrimediabile sognatrice. “Vedo orizzonti dove gli altri disegnano confini”.
5 cose che devi assolutamente fare a Mdina ultima modifica: 2019-07-12T09:30:26+02:00 da Serena Villella

Commenti