Those eyes – these eyes – they fade è la mostra fotografica che riunisce gli scatti di Nigel Baldacchino, Bénédicte Blondeau, Bernard Plossu e Awoiska Van der Molen. La mostra, curata da Anne Immelé, inaugura martedì 12 luglio presso il Valletta Contemporary e sarà esposta fino al 13 agosto.

Those eyes - these eyes - they fade

Il percorso fotografico a cui si assiste è quasi metafisico: agli scatti dall’apparente limpidezza del giorno si accostano infatti foto che mostrano le profondità indistinte delle ombre notturne. La mostra invita lo spettatore a muoversi attraverso il contrasto di specifici ambienti che provocano una molteplicità di percezioni.

Those eyes – these eyes – they fade : uno sguardo ravvicinato alla mostra

La mostra invita lo spettatore a muoversi attraverso il contrasto di ambienti che provoca una molteplicità di percezioni nello spettatore. Come quando le immagini sono percepite socchiudendo gli occhi, la mostra articola visioni di una realtà che può essere percepita a volte vicina, altre lontana. Dagli ampi e radiosi deserti di Bernard Plossu alle grotte brulle e illuminate di Bénédicte Blondeau. Dai parchi urbani immortalati all’alba di Nigel Baldacchino, alla vuota architettura urbana ritratta alla luci di un tramonto inquietante. Tutte gli scatti accompagnano lo spettatore verso spazi immaginati, oscillando tra i primi segni di vita dall’alba, fino al tramonto e alla scomparsa della luce. Gli scatti richiamano la natura paradossale della fotografia, caratterizzata dalla sua capacità di registrare e rappresentare
il visibile, così come la sua capacità di disturbarlo. Infine, la mostra, di per sè, non presenta i soggetti fotografati e gli spazi in un preciso percorso narrativo. Ma lo spettacolo finale è concepito come una meditazione estesa, un’attiva e poetica contemplazione sul mezzo fotografico che trascende lo scopo per il quale è stato creato.

Those eyes - these eyes - they fade

Gli artisti di Those eyes – these eyes – they fade

Nigel Baldacchino è un artista e architetto di design con sede a Malta. La sua pratica artistica si estende a vari media, tra cui fotografia, produzione musicale, video, testi e progettazione di oggetti/spazi fisici.

Bénédicte Blondeau è un artista e fotografa belga. Ha studiato Fotografia presso Ar.co [Lisbona, Portogallo] e all’Accademia di Belle Arti a Gand, in Belgio. Sempre in Belgio, si è laureata con un Master in Comunicazione Applicata. Ha partecipato a varie mostre e conferenze in tutta Europa e il suo lavoro è stato pubblicato su numerose riviste internazionali.

Bernard Plossu nasce in Vietnam nel 1945, ed è un famoso fotografo francese che ha lavorato in tutto il mondo. Ispirato dal cinema, dalla controcultura americana e dall’estetica della New Wave, ha iniziato la sua carriera fotografica negli anni ’60, trasmettendo l’intimità di osservare il mondo attraverso il romanticismo e la solitudine del viaggio.

Awoiska Van der Molen è un artista e fotografa olandese È nota per i suoi scatti analogici in bianco e nero che descrivono l’esperienza di uno spazio primordiale che incontra quando è immersa nella natura incontaminata.

Those eyes – these eyes – they fade in mostra dal 12 luglio a Valletta ultima modifica: 2022-07-09T09:00:00+02:00 da Maria Grazia Strano

Commenti

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
1
0
Would love your thoughts, please comment.x