Il Museo Nazionale di Storia Naturale riaprirà sabato 9 gennaio. Per mesi è stato chiuso al pubblico per consentire il completamento dei lavori strutturali e di abbellimento. Durante questo periodo si è provveduto anche a migliorare l’esposizione e l’interpretazione dei manufatti che esso contiene. Per incentivare le visite a questo e agli altri musei e siti archeologici di Malta, si prevedono sconti per tutto il mese il gennaio.

Il Museo Nazionale di Storia Naturale, animali esotici

Sconti e voucher per l’ingresso a siti e musei

Anche il Museo Nazionale di Storia Naturale potrà essere visitato beneficiando di un interessante sconto. Per tutto questo mese, Heritage Malta, agenzia nazionale che si occupa della tutela del patrimonio culturale locale, estende lo sconto del 50 per cento sul biglietto multisito e sul pass per famiglie, già applicato con successo lo scorso mese di dicembre. Anche il sistema di voucher per i visitatori dell’Ipogeo di Ħal Saflieni (l’unico tempio preistorico sotterraneo al mondo, patrimonio dell’umanità), sarà esteso fino alla fine di gennaio. Tutte le visite sono condotte nella completa osservanza delle norme di salute pubblica relative alla pandemia da coronavirus.

Il Museo nazionale di Storia naturale, collezione di farfalle

Il Museo e e collezioni

Il Museo Nazionale di Storia Naturale ha sede nel Palazzo Vilhena, uno dei più belli di Mdina. Ospita al suo interno una grande collezione di reperti geologici e paleontologici, oltre a mammiferi esotici, fauna marina, insetti e uccelli. Nel dettaglio, vi si trovano: 25mila minerali, 4mila uccelli impagliati, 200 mammiferi, 200 specie di pesci e rettili, 150mila tra insetti e conchiglie. Le collezioni esposte sono state inizialmente donate al museo da nobili e aristocratici, tra il XIX e il XX secolo. Tuttavia, buona parte della donazione originaria oggi non esiste più. La stessa, infatti, è andata persa con i bombardamenti italo-tedeschi nella seconda guerra mondiale e a causa della cattiva conservazione.

Palazzo Vilhena

Palazzo Vilhena, la sede

Il Museo Nazionale di Storia Naturale a Mdina è solitamente visitato dalle scolaresche locali, alle quali una guida spiega il contenuto e il significato delle teche. L’edificio che lo ospita, Palazzo Vilhena, ha una storia travagliata. In passato fu sede dell’università. Fortemente danneggiato durante il terremoto della Val di Noto nel 1693, fu ricostruito nel 1725. In quell’anno, il Gran Maestro Vilhena incaricò l’architetto francese François De Mondion di occuparsene. All’epoca, nel palazzo si svolgevano una serie di attività pubbliche. Sotto il dominio britannico, dal 1837 fino al 1956, esso diventò un ospedale militare. Il museo così com’è oggi, è stato inaugurato nel 1973.

(Foto Heritage Malta, National Museum of Natuaral History)

Il Museo Nazionale di Storia Naturale riapre al pubblico ultima modifica: 2021-01-08T09:00:00+01:00 da Antonietta Malito

Commenti