L’attività della Croce Rossa di Malta si è spesso affiancata a quella dell’Ordine dei Cavalieri. Molti degli impegni presenti e degli obiettivi futuri prendono vita da una missione comune: prestare soccorso e promuovere un mondo in cui i valori di “Umanità” e “Imparzialità” siano il cardine su cui costruire la società umana. L’8 maggio, in tutto il mondo, si festeggia il lavoro di soccorso che svolgono quotidianamente milioni di volontari della Croce Rossa. Questa festività si celebra nel giorno della nascita di Henry Dunant (8 maggio 1828 – 30 ottobre 1910) da sempre considerato il fondatore dell’Associazione.

La storia del Movimento internazionale della Croce Rossa

Durante la seconda Guerra di Indipendenza italiana (giugno 1859), a sud del Lago di Garda, precisamente a Solferino, si consuma una delle battaglie più sanguinose del XIX secolo. Trecentomila soldati si affrontano in battaglia (tre eserciti distinti: francese, sardo-piemontese e austriaco) e il risultato è una strage: centomila tra morti, feriti e dispersi. Nel paese più vicino al campo di battaglia – Castiglione delle Stiviere – c’è un piccolo ospedale e la possibilità di accedere all’acqua. Novemila feriti vengono trasportati a Castiglione, nei giorni seguenti allo scontro, per ricevere i primi soccorsi. Lì si trova anche un cittadino svizzeroJean Henry Dunant, venuto per questioni private, a incontrare Napoleone III. Dunant, che casualmente si ritrova ad assistere alla terribile carneficina, resta sconvolto e descrivere la situazione in un libro intitolato “Un Souvenir da Solferino”tradotto in più di 20 lingue. Dall’orribile esperienza nasce l’idea di creare una squadra di infermieri volontari, preparati ad affrontare situazioni d’emergenza: la Croce Rossa. Dal Convegno di Ginevra del 1863 (26-29 ottobre) nascono le Società Nazionali di Croce Rossa (la quinta a formarsi è quella italiana).

I principi base del movimento

Ci sono sette Principi Fondamentali che guidano e ispirano il Movimento Internazionale della Croce Rossa.  I sette principi accolti a livello internazionale sono: Umanità, Imparzialità, Neutralità, Indipendenza, Volontariato, Unità e Universalità. Questi sono i motivi conduttori adottati nella 20ª Conferenza Internazionale della Croce Rossa che si è svolta a Vienna nell’ottobre del 1965. Riconoscere il valore universale di queste fondamenta è un elemento molto importante. Questa comune adesione ai principi fondanti garantisce che finalità politiche o economiche non assoggettino l’azione del Movimento.

Credits: independent.com.mt

La Croce Rossa di Malta: i corsi e il volontariato

La Croce Rossa di Malta nasce in risposta al problema dei rifugiati. Nel 1991, durante il grande esodo di profughi albanesi, due navi approdano a Malta. Venire a contatto con tutte le difficoltà e i drammi che caratterizzano la vita dei profughi ha determinato la nascita della sede di Malta. Era il 24 ottobre del 1991. Per legge del Parlamento maltese la Croce Rossa è stata riconosciuta come Società di Soccorso volontaria, autonoma e ausiliaria delle autorità pubbliche. Essa è autorizzata a svolgere le sue attività nelle isole dell’arcipelago maltese in conformità con le regole e i principi del Movimento internazionale della Croce Rossa. A livello locale la Croce Rossa di Malta organizza regolarmente corsi di pronto soccorso e programmi di formazione. Le sedi di Malta e Gozo seguono gli standard internazionali per quanto riguarda l’operato, l’addestramento e i corsi. Nell’arcipelago maltese sono disponibili squadre di soccorso terrestre e acquatico altamente qualificate, un servizio di ambulanza e punti di primo soccorso.

L’importante attività della Croce Rossa di Malta ultima modifica: 2021-05-08T09:00:00+02:00 da Marzia Cipollone

Commenti

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x