Amici di italianiamalta.com,  questa sera ho il piacere di presentarvi Stefano De Stalis, un italiano che vive a Malta e che è nato in Friuli Venezia Giulia precisamente ad Udine.

Intervista a Stefano De Stalis

Buonasera  Stefano, tu hai fondato un’associazione di volontariato che si chiama Fogolar Furlan Malta. Com’è  nata l’idea di fondare questa associazione?

Diciamo che non ci ho pensato molto, nel senso che quando vivi in paese straniero senti un po’ il richiamo della tua terra natia e quindi ti dai da fare per, in qualche modo aiutare, per quello che è possibile, a far conoscere il tuo Paese e la tua regione a tutti quelli che vivono nel Paese che ti ospita, in questo caso a Malta.

Sono molti i Friulani che vivono a Malta? Com’è stata accolta questa tua iniziativa?

Io sono arrivato a Malta due anni fa, un po’ più di due anni fa e quello che ho notato subito è che non c’erano molte persone del nord est d’Italia. A Malta ci sono molti italiani provenienti soprattutto dal sud Italia e quindi quello che ho cominciato a fare è stato di cercare altri friulani per poter fondare questa associazione.

È nato tutto da un viaggio, ho conosciuto Serena su un aereo. Non ci siamo parlati per tutto il volo, poi siamo scesi dall’aereo e ad certo punto, fuori dall’aeroporto mi ritrovo questa signorina che stava a fianco a me sull’aereo che aveva chiamato un taxi; lei è salita sul taxi  e la tassista molto gentile mi chiesto in che direzione andavo. Insomma io e Serena abbiamo preso lo stesso taxi e cosí ci siamo parlati e abbiamo scoperto di essere entrambi friulani, della stessa città. Gli altri friulani sono arrivati un po’ alla volta. Tutti insieme ci siamo riuniti e abbiamo costituito il Fogolar Furlan Malta

Tu cosa vuoi valorizzare del tuo Friuli Venezia Giulia e cosa significa Fogolar Furlan?

Fogolar è una parola al friulana che significa focolare intorno al quale si riunivano le persone. Ne  approfittavano per bere un taglietto di vino, un bicchiere di vino, per fare una chiacchierata e per riscaldarsi perché al nord fa freddino. Io e gli altri membri dell’associazione, intendiamo la parola Fogolar, come un’opportunità di conoscenza e di riunione con le altre persone che non devono essere solo friulani, ma anche di altre regioni d’Italia e anche maltesi. L’obiettivo fondamentale è di creare una collaborazione tra Malta e il Friuli  con una filosofia di reciprocità, nel senso di promuovere la cultura e la storia di entrambi i Paesi.
Io amo sia il Friuli che Malta. Malta è un’isola bellissima con tutte le meraviglie che tutti conosciamo e ci ha accolti a braccia aperte. Malta è un paese del sud e quindi con tutti i pregi dei paesi del sud primo tra tutti il calore umano che le persone  esprimono e che a nord si sente un po’ meno.
Io e mia moglie siamo partiti dall’Italia con mio figlio di 8 anni, mia moglie si è dimessa dal lavoro che faceva presso un commercialista, io ho dato le  dimissioni da Confindustria dove ho lavorato per 25 anni. Siamo partiti per andare in un luogo straniero, in un paese straniero e… alla nostra età, io avevo 57 anni ed ero senza un lavoro. È stato un atto forte di coraggio che però è stato premiato perché Malta è un paese che oltre ad avere il calore delle persone, sta crescendo a un tasso del 6 per cento, ha un tasso di disoccupazione del 3,6 per cento, quindi piena occupazione e ti offre tante opportunità.

Tu e tua moglie che lavoro fate a Malta?

Attualmente da un po’ più di un anno sono dirigente al ministero della salute dove sto coordinando un gruppo di persone per creare una piattaforma di innovation tecnology per mettere in comunicazione il sistema sanitario e previdenziale maltese con quello di tutti i paesi europei. È progetto importante e lo stiamo finendo in anticipo. Noi ci troviamo benissimo a Malta, mia moglie ha lavorato per più di un anno e mezzo al MCAST, una scuola di Malta. Più o meno sei mesi fa si è trasferita alla University of Malta dove lavora nel dipartimento finanza  e si occupa di finanziamenti europei.

Torniamo al Fogolar Furlan Malta…ed all’evento organizzato per l’8 dicembre.

Vi aspettiamo l’otto dicembre al Mediterranean Conference Centre che si trova a Valletta
Abbiamo fatto una locandina che ancora è una bozza. Questa  locandina si intitola “Friuli miss Malta” quindi Friuli incontra Malta, per dimostrare l’apertura tra le due culture. . Ci sarà anche una mostra fotografica ed un video che farà vedere le bellezze del Friuli Venezia Giulia.

Quali sono le bellezze e la eccellenze del Friuli Venezia Giulia?

Tutte le regioni d’Italia hanno le loro eccellenze e anche Malta ha le sue. Se si riesce a mettere insieme le eccellenze di tutti si diventa più forti.
La mostra fotografica che vedremo al Mediterranean Conference Center, spiega proprio il territorio del Friuli, quindi fa vedere le montagne, la neve, le colline e le lagune che i maMaltesi apprezzano tanto . Le eccellenze che rappresentano l’economia sono tra l’altro, la manifattura e l’artigianato. La mostra fotografica sarà seguita da un video e naturalmente non mancheranno gli assaggi dei nostri straordinari prodotti friulani, dai prosciutti al vino.

Via aspettiamo quindi tutti  giorno 8 dicembre al Mediterranean Conference Center  di Valletta per farvi conoscere Fogolar Furlan Malta!

Paola Stranges

Autore: Paola Stranges

Scrivo per www.italiani.it ed alcuni siti ad esso collegati, mi è sempre piaciuto scrivere fin da piccola . Per lavoro digito su portatile ma, per fermare i miei pensieri utilizzo la mia raccolta di quaderni, penne e articoli di cartoleria ai quali non posso rinunciare. Sono appassionata di cucina, amo viaggiare, fotografare, e guardare vecchi film, passerei ore a leggere poesie. Ho la fortuna di vivere su un’isola e nel tempo libero (poco), mi piace fare lunghe passeggiate rigorosamente vista mare

Intervista a Stefano De Stalis fondatore di Fogolar Furlan Malta ultima modifica: 2018-11-30T08:23:25+00:00 da Paola Stranges