Quando si parla di street food a Malta è immediato pensare ai pastizzi, deliziosi triangoli di pasta-filo ripieni tradizionalmente con ricotta e piselli. Ma c’è dell’altro da scoprire!

Lo street food non è un fenomeno passeggero o una moda lanciata da questo o quell’altro influencer. Si tratta, invece, di un modo gustoso di instaurare un legame più profondo sia con il cibo sia con le tradizioni di un determinato Paese.

È il segno dei tempi che cambiano. La lenta ritualità quotidiana, caratterizzata da lunghi pasti consumati attorno ad un tavolo con tutta la famiglia riunita, lascia il posto ad una società sempre di corsa… ma che non transige sulla qualità e sull’aspetto visivo del piatto. La categoria del cibo, e quindi pure lo street food, rappresenta infatti quella più fotografata e più presente sui social. Come dire, anche l’occhio vuole la sua parte!

In questo articolo vedremo insieme il principale cibo da strada maltese, da gustare durante una gita fuori porta, in pausa pranzo o all’uscita di una discoteca.

Street food maltese per eccellenza: i pastizzi

street food a Malta - i pastizzi

Chi si è recato a Malta almeno una volta non ha potuto non notare i numerosi chioschi, disseminati un po’ ovunque, sostanzialmente costituiti da:

  • una vetrina esterna che espone dei “finger food” dalla forma allungata o a mezzaluna: sono i pastizzi!
  • una piccola bottega con il forno e il banco frigo (pastizzi e birra sono un’accoppiata sempre vincente!);
  • tavolini e sedie sul piazzale antistante, se lo spazio lo consente, per rilassarsi e godersi un momento di tranquillità.

I “pastizzari” sono presenti soprattutto nei pressi delle fermate dei bus e vicino alla vita notturna dell’isola. Tipici dello street food maltese, i pastizzi vengono ormai venduti anche da bar, pizzerie e panetterie e, pur vantando una lunga tradizione, non passano mai di moda.

Perfetti in ogni momento della giornata, possono essere gustati a merenda, magari passeggiando tra i vicoli di Valletta oppure seduti ad un tavolino ammirando il tramonto e bevendo una Cisk, la birra maltese. I più coraggiosi li azzardano anche a colazione accompagnati da un cappuccino o del tè, e sono diffusissimi tra i turisti più giovani che devono in qualche modo smaltire la sbronza dopo una nottata a Paceville.

Il costo è veramente irrisorio, qualche decina di centesimi. È quindi davvero impossibile recarsi a Malta senza cedere alla tentazione di provarne almeno uno!

Tradizione vuole che questo cibo da strada risalga al XVI secolo, all’epoca dei Cavalieri dell’Ordine. Le varianti della ricetta accettate da sempre dai maltesi sono state due, pasta-filo con ripieno:

  • alla ricotta;
  • ai piselli.

Poi, nel corso degli anni, si sono diffuse altre versioni: sicuramente molto apprezzata è quella ai funghi.

Tradizioni e… novità

Da qualche anno è arrivata alle luci della ribalta l’iniziativa di Marilù Vella, una ragazza maltese abituata fin da piccina ad impastare i pastizzi tradizionali e che ha avviato la sua attività “Pastizzi Gourmet”. Alleggerendo l’impasto rendendolo più digeribile e stravolgendo gli ingredienti principali del ripieno, ha dato così vita ad un nuovo modo di intendere i pastizzi.

Dal suo account Facebook ufficiale, Marilù Vella annuncia di volta in volta le novità in fatto di gusti e sapori. Possiamo trovare immagini e valori nutrizionali dei pastizzi salati:

  • ricotta e spinaci;
  • piselli e menta;
  • ricotta e basilico;
  • ricotta e fagioli;
  • acciughe e olive nere;
  • ecc.

Ma anche – ed è qui la novità più grande – dei pastizzi dolci:

  • mele e cannella;
  • cioccolato e fragola;
  • mirtilli rossi e cioccolato bianco;
  • ecc.

Per gli amanti dei pastizzi è sicuramente un’occasione da non perdere!

street food a Malta - Pastizzi Gourmet
credits: @PastizziGourmet

Parlando dello street food a Malta non possiamo, però, limitarci a parlare solo di pastizzi. Ecco gli altri piatti della tradizione maltese gustosi e pronti da mangiare durante la pausa pranzo, come spezza-fame e in ogni occasione lo riteniate congeniale!

La ftira

street food a Malta - il pane della ftira

In una ipotetica graduatoria dello street food a Malta, sicuramente dopo i pastizzi ci sarebbe la Ftira. È una sorta di panino ciabatta schiacciato, fatto con farina, acqua e sale, e farcito con gli ingredienti più disparati, rigorosamente freschi e locali, che ne garantiscono sempre un’ottima qualità e un gusto delizioso.

Anche le origini della ftira sono antichissime. In passato la maggior parte delle cittadine e dei villaggi maltesi disponevano di un unico forno comune, usato da tutti per cucinare il pane. Tali forni sono poi spariti con il passare del tempo, ma l’usanza del tradizionale “ftira bread” fortunamente è sopravvissuta.

Chi adora il panino ripieno non può lasciarsela sfuggire!

L’ħobz biż-żejt

street food a Malta - la ftira

A Malta la ftira più diffusa e quella più tradizionale, è l’ħobz biż-żejt. Letteralmente significa “pane con olio” ma è molto di più di questo.

Per noi italiani può essere equiparato ad una bruschetta un po’ più elaborata. Si tratta infatti di pane croccante condito con pomodori, formaggio, tonno, olive e cipolle. E ovviamente olio di oliva!

Non mancano, poi, le varianti con pomodori secchi, lattuga, capperi, ecc. Via libera alla fantasia!

Il Qassatat tal-rikotta

street food a Malta - Qassatat alla ricotta

Il Qassatat è un tortino salato a forma di fagottino fatto di pasta frolla o pasta brisé friabile. A seconda delle dimensioni può essere un antipasto o addirittura un primo piatto.

Il ripieno, come per i pastizzi, può variare: dalla ricotta ai piselli, in base ai gusti.

La Helwa tat-tork

Street food a Malta non significa solo salato! Anche i dolci da mangiare al volo non mancano.

street food a Malta - Helwa Tat-Tork

Una di queste prelibatezze locali è sicuramente la helwa tat-tork: un dolce dal sapore mediorientale a base di zucchero e tahini (pasta di sesamo), ma che si presta a numerose reinterpretazioni con:

  • mandorle tritate,
  • pistacchi,
  • nocciole,
  • uva passa,
  • arachidi,
  • ecc.

Con il suo sapore deciso e tutte le chiare e forti influenze arabe, l’helwa tat-tork è servita generalmente alla fine dei grandi pranzi, come nei matrimoni, o durante le più tipiche celebrazioni maltesi.

I Kannoli

street food a Malta - i Kannoli

Già da quanto lascia intendere il nome, questo street food maltese ha risentito molto della vicinanza e della presenza di una vasta comunità di italiani sull’isola, soprattutto siciliani.

Come nella tradizione italiana, anche a Malta i kannoli hanno il ripieno di ricotta ma:

  • mancano le uova in quasi tutte le ricette;
  • nell’impasto per le scorze, viene usato il vino al posto del marsala;
  • la quantità di zucchero è dimezzata rispetto alla ricetta italiana;
  • la crema di ricotta è imbevuta di liquore all’anice o vermouth o amaretto.

L’influenza italiana è stata dunque forte ed è ovunque apprezzata, ma la ricetta maltese ha comunque tenuto fede alla tradizione culinaria dell’isola.

Finisce qui la carrellata dei principali piatti da street food a Malta. Non so a voi ma a me è venuta fame!

Sabrina Furia

Autore: Sabrina Furia

Divoratrice di libri, viaggiatrice seriale e ottimista senza speranza.
Appassionata di tutto quello che riguarda il mondo dei social media, della SEO e del content & copy writing. Amante della scrittura, della fotografia e della natura… dove mi lasci non mi trovi!

Lo street food a Malta è… non solo pastizzi! ultima modifica: 2018-05-08T15:27:31+00:00 da Sabrina Furia

Commenti