Malta, bella e affascinante, adagiata nel cuore del mediterraneo come una sirena che stende la sua pinna tra i flutti del mare che ne rendono iridescente il manto cangiante, offre ogni anno un carnet di manifestazioni estremamente interessanti che nulla hanno da invidiare alle grandi capitali europee. La maggior parte delle manifestazioni che si svolgono a Malta e Gozo durante l’anno, sono avvenimenti annuali e ricorrenti e forse la più importante è quella di giugno.

monumento celebrazioni del 7 giugno a Malta

Storia di Malta del 900

Agli inizi del Novecento, nell’isola, crebbe velocemente un piuttosto prorompente sentimento popolare e una certa volontà degli isolani di aderire a quello che era allora il Regno d’Italia, che poi nel tempo crebbe sensibilmente e si concretizzò nel 1919, anno in cui le truppe britanniche, durante una sommossa popolare, spararono su un corteo che manifestava contro l’introduzione di nuove tasse sull’isola.

Malta: celebrazioni
Quel giorno ben quattro persone perirono, e ogni anno si rende omaggio ai suoi caduti ricordandoli con molteplici manifestazioni. Annualmente si rammenta ancora quella data fatidica di quasi un secolo fa, con manifestazioni scenografiche e coreografiche in memoria di quelle rivolte del 1919 allorquando il fiero popolo maltese si sollevò oppresso, domandando e pretendendo in quel modo di potersi dare un governo proprio e di potersi rappresentare con dignità di popolo libero nella propria isola come accade oggi. A quel tempo, il sentimento filo-italiano fu duramente osteggiato dai britannici, in special modo nel ventennio di dittatura fascista italiana, e continuò decisamente nell’immediato dopoguerra.

L’isola  ottenne infine l’indipendenza dalla Gran Bretagna nel 1964, entrando a far parte del Commonwealth, tuttavia all’interno della costituzione mantenne il monarca britannico come capo dello Stato con un Governatore locale. Solo nel 1974 l’isola diventò una repubblica con un Presidente a capo dello Stato, mentre nel 1979 terminò anche l’accordo con il governo britannico per la sua difesa militare.

scorcio di Malta
Pertanto, dopo una non travagliata storia politica, ogni anno, l’isola ricorda e commemora i fatti drammatici di quel fatidico giorno che dette vita a grandi cambiamenti socio politici che continuarono nel tempo, e che certamente furono significativi nel dipanarsi della sua storia fino ai giorni nostri. Tra le altre manifestazioni, nella fatidica ricorrenza si celebrerà una cerimonia commemorativa a St. George’s Square, a La Valletta, organizzata dal National Festivities Committee. Come ogni anno, una rievocazione simile si terrà anche a Xagħra, Gozo. Nell’isola ci sono anche molti festival culturali come il Festival del Jazz, il Festival delle Arti, e il Festival di fuochi d’artificio, e poi anche gare sportive come la Maratona di Malta e la Middle Sea Race.

Svago a Malta

Talune manifestazioni tuttavia, sono ricorrenti, ovvero si tengono più volte in un anno, tra le quali più interessanti vi sono le scenografiche rievocazioni storiche “In Guardia” e la molto seguita dai turisti cerimonia del “Cambio della Guardia”, che si svolge di fronte al Palazzo dei Gran Maestri a La Valletta. Ai turisti, oltre che le manifestazioni di giugno e le altre feste, si consiglia la parte nord dell’isola per quanto riguarda il mare. Poi, alloggiare a Sliema o Saint Julian è un’ottima idea, poiché la sera c’è molta vita per via dei tanti locali. Ottimo anche il servizio dei bus dell’isola, con guida a sinistra. Non andate via senza aver fatto una gita in barca, e non dimenticherete mai quei panorami mozzafiato.

Simona Aiuti

Autore: Simona Aiuti

Mi chiamo Simona Aiuti, sono web editor, giornalista, autrice di romanzi.
Amo la letteratura, lo sport l’arte, e i mutamenti del costume.
Amo andare nei musei, sono curiosa del mondo e oltre a scrivere, amo molto leggere e imparare.

Malta, storia e celebrazioni ricordando il giugno 1919 ultima modifica: 2018-06-07T14:36:29+00:00 da Simona Aiuti

Commenti