La lavorazione del vetro a Malta è una ricchezza artigianale molto importante, vanto dell’isola e molto ricercata dai turisti. Le creazioni in vetro artistico maltese prendono vita utilizzando soltanto le più antiche tecniche di soffiatura del vetro, che si sono affinate nei secoli.

la lavorazione del vetro a Malta - cigni in vetro

Si tratta di un’arte artigianale, tramandata di generazione in generazione da abilissimi maestri vetrai soffiatori.

La lavorazione del vetro a Malta un patrimonio da difendere

L’impegno per mantenere e tramandare il mestiere è ancora ricco di entusiasmo, e sostenuto da una continua ricerca della perfezione; inventando e ricreando colori e forme, talvolta non presenti in natura, ma solo figli dell’ingegno umano. L’arte del vetro soffiato pur conservando il suo spirito senza tempo, per la sua creatività, si rinnova sempre.

la lavorazione del vetro a Malta - artigiano al lavoro sul vetro

I visitatori che si avvicinano alle fornaci, possono ancora osservare i vetrai al lavoro come un tempo nei laboratori di soffiatura; non occorre prenotazione per vedere come nasce una lampada o un vaso di fiori scolpito dall’ingegno dell’uomo. Parliamo di una tecnica tramandata, quella per cui il vetro maltese è riconosciuto. Dalle materie prime, le stesse di secoli fa, il vetro fuso viene soffiato a bocca da esperti vetrai che utilizzano le cerbottane. I vetrai usano anche le mani per modellare il vetro fuso, in un vaso, una ciotola, un animaletto, o altri oggetti.

Il vetro dagli antichi romani

Questa forma di artigianato del vetro è un’arte che si ritiene risalga a circa il decimo secolo a. C., infatti, fino ad allora, la lavorazione del vetro mediante soffiatura non esisteva. Questa tecnica maltese, risalente ai tempi antichi, è comune a Murano, in Italia ancora affinata nel 14° secolo. Sebbene non siano note le origini precise di questa tecnica estremamente dispendiosa in termini di tempo, le prove archeologiche ci dicono che nasca con i romani. Esistono anche tracce archeologiche che riconducono  anche gli antichi egizi.

la lavorazione del vetro a Malta - nascita di un vaso

L’avvento della soffiatura del vetro ridusse quindi l’uso della fusione, grazie alla sua maggiore adattabilità. La lavorazione del vetro ebbe una nuova popolarità durante il Rinascimento, per via del denaro circolante, e la voglia di avere oggetti belli e pregiati. Rifiniture in filigrana oggi caratterizzano oggetti d’epoca; Tuttavia, questa tecnica, mai scomparsa, ebbe una nuova popolarità all’inizio del XX secolo.

Vetro soffiato che acquista valore nel tempo

Oggi si usa una torcia alimentata a gas, che sostituisce la vecchia lampada a olio. Tutto ciò per fondere le barre in vetro borosilicato. Una volta raggiunto lo stato fuso, l’abile lavoratore di lampade, utilizza una varietà di strumenti. Da quel momento iniziano a nascere, con la manualità, modellando il vetro, vari oggetti, molti dei quali mostrano un lavoro complicatissimo e articolato. Nel processo di produzione della fusione della materia prima, i pezzi di vetro freddo si tagliano a mano per creare un quadro finale che forma un’immagine o un motivo desiderato.

la lavorazione del vetro a Malta - calici in vetro soffiato

Questo spesso richiede un gran numero di pezzi di vetro molto piccoli per completare il prodotto finale. La disposizione dei componenti in vetro freddo si colloca in un forno, fondendo letteralmente tutti i pezzi insieme per creare un intero oggetto. La miscela per l’elaborazione è fusa a 1200-1500 °C e poi si raffredda a 800 °C.

L’incisione del vetro soffiato

Oltre a utilizzare i consolidati metodi di soffiatura del vetro, negli anni si sono state sviluppate una serie di tecniche interne che hanno permesso di diversificare la gamma di modelli e prodotti a colori. L’incisione su vetro a Malta è una gamma altamente qualificata di tecniche di lavorazione del vetro decorativa che consente di incidere un’ampia varietà di motivi, caratteri o immagini sulla superficie di un pezzo di vetro.

la lavorazione del vetro a Malta - oggetti d'arte vetraia moderna

Sebbene i metodi di cui sopra siano impiegati individualmente, combinando anche determinate tecniche per la produzione di particolari articoli; si creano oggetti di qualsiasi dimensione, forma e colore richiesti, considerando che il vetro è costituito solo da silice.

 

Simona Aiuti

Autore: Simona Aiuti

Mi chiamo Simona Aiuti, sono giornalista, web editor e autrice di romanzi. La scrittura è parte di me; amo la letteratura, esplorare i mutamenti del costume, la storia, lo sport, e l’arte. Mi piace visitare i musei, le mostre. Sono affascinata dall’inconoscibile e curiosa del mondo.
La lavorazione del vetro a Malta, un’antica tradizione ultima modifica: 2019-05-01T09:00:43+02:00 da Simona Aiuti

Commenti