Il duomo di Mosta è dedicato a Santa Maria Assunta, patrona della città. Noto come la Rotunda, è uno dei monumenti simbolo del comune maltese. Edificato tra il 1833 e il 1860 sui resti di una chiesa secentesca, è in stile neoclassico. Progettato dall’architetto francese Giorgio Grognet de Vassé, è famoso per la sua cupola, che lo rende originale.

Il duomo di Mosta, esterno

La bomba

Il duomo di Mosta ha una cupola del diametro di 37 metri. Per grandezza, essa è terza in Europa e nona nel mondo. Durante la seconda guerra mondiale, fu trafitta da una bomba di 200 chilogrammi, sganciata da un aeromobile della Luftwaffe. In quel momento, in chiesa erano presenti 300 fedeli in attesa della celebrazione della prima messa serale. L’episodio, che avrebbe potuto avere tragiche conseguenze, non provocò morti perché l’ordigno non esplose. Fu poi disinnescato e gettato in mare. I maltesi pensarono a un miracolo, tanto che nel luogo di culto posero una riproduzione della bomba, visibile ancora oggi, per ricordare l’accaduto. Al di sotto di essa è scritto, in maltese, “Il-Miraklu tal-Bomba, 9 ta’ April 1942”, che significa “Il Miracolo della Bomba, 9 aprile 1942”. Altre due bombe rimbalzarono sulla cupola, e finirono in piazza, ma rimasero anch’esse inesplose.

Il duomo di Mosta, la bomba

Secondo una versione della storia, pare che la bomba caduta in chiesa fosse riempita di sabbia anziché del normale esplosivo e recasse  la scritta “saluti da Pilsen”. A inviarla sarebbero stati gli operai della Škoda, una fabbrica della Cecoslovacchia occupata dai nazisti, che avrebbero sabotato la produzione degli ordigni.

L'interno della chiesa

Grande attrattiva

Il duomo di Mosta fu costruito lasciando al suo posto la chiesa originaria e realizzando intorno a esso la Rotunda. Nel progettarlo, l’architetto Grognet si ispirò al Pantheon di Roma. Esternamente, l’edificio è realizzato con pietra locale. Al suo interno, la Rotunda è decorata in stile neoclassico e illuminata da grandi finestre. I quadri e le sculture presenti risalgono al XIX o XX secolo. Per quanti si recano in visita a Mosta, il duomo rappresenta l’attrattiva principale, pur essendoci in città molti luoghi di grande interesse storico e paesaggistico. Ogni 15 di agosto, nella chiesa si celebra la festa dell’Assunzione, a cui seguono spettacolari fuochi d’artificio, che richiamano numerosi turisti.

(Foto: Rotunda of Mosta, Pagina Facebook)

Il duomo di Mosta, monumento simbolo della città ultima modifica: 2021-03-19T09:00:00+01:00 da Antonietta Malito

Commenti

Subscribe
Notificami
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

Bellissimo posto!

Julieta B. Mollo

Wow!

1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x