Queste informazioni sono di carattere generale, non coprono tutti i casi di accordo fra le parti.

Come si stipula il contratto di affitto

Il contratto d’affitto è scritto in inglese. Può essere un contratto di affitto short let o long let.
Long let ha una durata minima di 6 mesi, short let ha una durata inferiore a sei mesi.

Al momento della firma del contratto è necessario presentare il passaporto (o un altro documento di identità valido) ed una fotocopia dello stesso per l’ eventuale agente immobiliare, il quale dovrà leggere e spiegare il contratto al  proprietario e al futuro inquilino per evitare malintesi e confusione. È normale che l’ agente immobiliare funga da testimone per l’ accordo.

Nel caso di  long let l’agente immobiliare chiede all’inquilino, come costo del servizio, una cifra pari a mezza mensilità con l’aggiunta dell’ IVA (VAT al 18%).

Se il contratto viene violato da una delle parti, l’ atra parte ha il diritto di annullarlo.

regole del contratto di affitto


Qualche dettaglio in piú

L’ affitto viene pagato mensilmente e in anticipo. Alla firma dell’ accordo viene pagato anche un mese di “deposit” come cauzione. Vi sono casi in cui viene chiesta come deposit una cifra pari a due mesi di locazione o più (in particolare in presenza di animali), potete decidere quindi di trattare sull’ammontare della cauzione sapendo che abitualmente si richiede solo un mese.

La cauzione verrà poi restituita quando si lascia la proprietà, a meno che non si riscontrino danni o modifiche: viene spesso chiesto espressamente che l’immobile sia lasciato nelle condizioni in cui si è trovato all’inizio dell’accordo.

In caso di fatture o bollette in sospeso, il padrone di casa tratterrà i soldi dalla cauzione per pagarle. Il proprietario tratterrà la cauzione anche nel caso si lasci l’immobile in anticipo rispetto alla data di scadenza del contratto. Tutto ciò è comunque specificato sul contratto.

Il deposit non serve a coprire mensilità non pagate.
In alcuni casi il proprietario chiede un secondo “deposit” per le utenze, in questo caso la cifra potrà andare a coprire bollette non pagate.

come affittare una casa
Come si risolve il contratto di affitto

Per risolvere il contratto si può direttamente negoziare con il proprietario. Comunque i contratti di locazione a lungo termine prevedono un periodo di preavviso nel caso una delle due parti decida di lasciare l’immobile anzitempo.

Non è specificato sul contratto ma è comunque bene considerare anche le utenze.
A Malta esistono due tariffe per l’utilizzo domestico: la tariffa Residential e quella Domestic (tipica delle seconde case).
In molti casi il proprietario avrà stipulato un contratto con ARMS di tipo Domestic; queste tariffe, a seconda dei consumi, possono arrivare a costare il 50%-100% in più di quelle Residential. Per poter registrare le utenze a vostro nome, il vostro Landlord deve sottoscrivere il H (H-5275) della ARMS, indicando il numero delle persone che risiedono presso l’indirizzo come prima casa; senza quello, resterete con la tariffa Domestic anche se avete il certificato di residenza e avete diritto al contratto Residential.

Se alla naturale scadenza del contratto vorrete estendere la vostra permanenza e il proprietario è d’accordo, redigete un nuovo contratto: è  molto frequente che da un giorno all’altro il vostro landlord vi chieda di liberare la casa avendo trovato un tenant che offre condizioni migliori, a quel punto sta a voi decidere se rimanere o cercare un’altra casa.

In caso di condivisioni di un appartamento, richiedete espressamente che tutti gli inquilini firmino il contratto, o sarete responsabili solo voi (o il vostro coinquilino) degli affitti, dei danni, e del pagamento delle utenze, lasciando ad esempio chi non ha firmato il contratto senza casa, se ad esempio il firmatario deciderà di rescindere.

Una finestra che si chiude male, uno split dell’aria condizionata che non funziona?
Redigete un piccolo addendum al contratto e inseritelo, cosí facendo, non potranno esservi addebitati danni e sopratutto se vi siete accordati per la sostituzione di qualcosa, obbligherete formalmente il landlord a far fronte ai suoi impegni.
Fare un inventario delle cose lasciate in casa e controfirmarlo è cosa comune quando si tratta di affittare casa a Malta, chiedete al landlord di farlo.

case in affitto
Il contratto di affitto regola la vostra presenza nella casa ed esplicita le condizioni della vostra permanenza, indicandone la durata. È sconsigliato concordare verbalmente modifiche allo stesso senza indicarle per iscritto. 

Riferimenti

ARMS (ente erogatore dell’elettricità e dell’acqua)

Automated Revenue Management Services Ltd

P.O. Box 63, Marsa, MRS 1000

Telephone: 80072222

Email: customercare@arms.com.mt

Website: www.smartutilities.com.mt

Orario di apertura
Dal lunedí al venerdí dalle 8.00 alle 13.00 ( orario invernale)
Dal lunedí al venerdí dalle 8.00 alle 12.00 ( orario estivo)

 

 

 

 

 

 

Paola Stranges

Autore: Paola Stranges

Scrivo per www.italiani.it ed alcuni siti ad esso collegati, mi è sempre piaciuto scrivere fin da piccola . Per lavoro digito su portatile ma, per fermare i miei pensieri utilizzo la mia raccolta di quaderni, penne e articoli di cartoleria ai quali non posso rinunciare. Sono appassionata di cucina, amo viaggiare, fotografare, e guardare vecchi film, passerei ore a leggere poesie. Ho la fortuna di vivere su un’isola e nel tempo libero (poco), mi piace fare lunghe passeggiate rigorosamente vista mare

Il contratto di affitto a Malta: cosa sapere ultima modifica: 2017-12-16T11:00:53+00:00 da Paola Stranges

Commenti