Ritorna Science in the City, il festival nazionale delle scienze e delle arti di Malta. L’atteso appuntamento, che si svolgerà a La Valletta nei giorni 24 e 25 settembre, è già stato anticipato da una serie di eventi iniziati il 2 di questo mese. La capitale ospiterà per l’occasione spettacoli musicali, interattivi, scientifici e commedie, per coinvolgere ed emozionare persone di ogni età. Cinque le sedi sparse per la città, destinate a diventare un alveare di attività: il Teatro di San Domenico, il Collegio San Gorg Preca, il Teatro Comunale, il Museo Nazionale di Archeologia, Spazju Kreattiv e la Chiesa di Santa Maddalena. Accanto al festival reale, ci sarà anche quello virtuale, per offrire a tutti l’opportunità di seguire gli eventi.

Science in the City, appuntamento teatrale

Una “Semina dei semi” per salvare il pianeta

Il tema di Science in the City, quest’anno è “Semina dei semi”. L’obiettivo degli organizzatori è quello di invitare ciascuno ad assumere un ruolo attivo nel plasmare il nostro futuro e quello del nostro pianeta, al fine di migliorare il mondo in cui viviamo. Science in the City si propone come festival ibrido e presenta un programma innovativo che punta a raggiungere un pubblico sempre più vasto. Le persone che parteciperanno avranno la possibilità di interagire con scienziati, ricercatori e artisti.

animazione per bambini

In piena sicurezza

L’edizione 2021 di Science in the City è stata pianificata per garantire la piena sicurezza a visitatori, personale e volontari. Gli eventi del mondo reale saranno seguiti da seduti e le misure di prevenzione saranno implementate in ogni momento. Poiché il numero degli spettatori sarà limitato, è conveniente, oltre che obbligatorio, prenotarsi in anticipo sul sito a ciò dedicato. Il festival interattivo online offrirà una piattaforma da cui il pubblico potrà guardare e partecipare a esperimenti, giochi, quiz, rappresentazioni teatrali, spettacoli di burattini, discussioni con ricercatori e studenti maltesi. Comodamente da casa, gli spettatori godranno di un contatto diretto con le ultime novità in fatto di scienza, tecnologia, ricerca e innovazione.

Numeri da capogiro

Dalla prima edizione di Science in the City, risalente al 2012, il numero dei partecipanti al festival è aumentato di anno in anno in modo esponenziale. Allo stesso tempo, sono cresciuti notevolmente il numero delle attività proposte, insieme a quello di ricercatori, volontari e partner coinvolti. Solo il festival 2020, a causa della pandemia e delle restrizioni che ne sono derivate, si è svolto esclusivamente online. Vi hanno partecipato oltre 20mila utenti di tutto il mondo.

Science in the City, dilemma

Gli appuntamenti da non perdere

Il ricco programma di Science in the City 2021 include l’installazione “The Time Traveller’s Dilemma di Solid Eye”, di Glen Calleja, e una performance musicale del pluripremiato cantautore e comico britannico John Hinton in collaborazione con Nature Trust Malta. Gli attori Jeremy Grech e Sean Briffa presenteranno “The Adventures of the Ammoknights: Moving Megaliths”, un tour di performance creative sul patrimonio culturale di Malta. Environment and Resource Authority in collaborazione con More or less Theatre ci faranno assistere allo spettacolo di marionette “L’avventura selvaggia di Ċlikki: The Long Flutter Home”, sull’importanza della biodiversità. Game of Talents ci farà conoscere ricercatori di Malta come lo scienziato alimentare Sholeem Griffin e il neuroscienziato Claude Bajada.

Festival europeo

Science in the City fa parte dell’evento europeo la “Notte europea dei ricercatori”, che si svolge contemporaneamente in oltre 30 paesi e 300 città. Esso è inoltre riconosciuto come festival da “L’Europa per i festival e i festival per l’Europa”. È cofinanziato dal programma di ricerca e innovazione Horizon 2020 dell’Unione europea. Il consorzio Science in the City è guidato dall’Università di Malta e dalla Camera degli scienziati di Malta, in collaborazione con il Ministro per l’uguaglianza, la ricerca e l’innovazione, Trust Stamp Ltd, Malta Enterprise, MCAST, Qualia Analytics, Esplora, BPC International, SEM, PBS, Spazju Kreattiv, Tech.mt, Aquabiotech, Valletta Design Cluster, Valletta Cultural Agency, The Environment Resource Agency, WasteServ, More or Less Theatre e Keen Ltd.

(Foto sito web Science in the City)

Science in the City, ritorna il festival delle scienze e delle arti ultima modifica: 2021-09-20T09:00:00+02:00 da Antonietta Malito

Commenti

Subscribe
Notificami
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Naomi Hiader

Ciao cara .
È un piacere incontrarti qui, la mia è Naomi, vorrei che diventassimo una buona amica, per conoscermi meglio, rispondimi gentilmente con la mia email qui sotto, lì ti manderò le mie foto e ti dirò cose importanti su di me , aspetto presto una tua risposta . [email protected]

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x