La strada romana di Xemxija è un percorso storico naturalistico che inizia immediatamente fuori dall’omonimo paese, nella St. Paul’s Bay. Percorrendola a piedi si impiegano circa 90 minuti. Lungo questa antica strada si possono visitare diversi siti archeologici, tutti prossimi tra loro. In essi sono ancora visibili tombe puniche, apiari romani, resti di templi, bagni romani e abitazioni scavate nella roccia.

Via dei pellegrini

La strada è fiancheggiata da un muretto in pietra locale, risalente a quasi 2000 anni fa, e da un canale di raccolta dell’acqua piovana. Anticamente veniva percorsa da pesanti carri trainati da animali e usata per il trasporto dei prodotti agricoli. Anche i pellegrini la percorrevano per recarsi al Santuario di Nostra Signora a Mellieħa, tanto che fu chiamata la via dei pellegrini.

La Grotta della Galea

La strada romana di Xemxija conduce ai piedi di un pendio dove ha sede la Grotta della Galea. Questa è così chiamata perché sullo stipite dell’ingresso presenta un graffito raffigurante una galea da guerra. Accanto a esso è incisa anche una croce dei pellegrini. L’ingresso in pietra rimanda alla costruzione dei templi, ma anche i graffiti presenti lo lasciano intendere. Con molta probabilità, dal Neolitico fino all’epoca romana, fu utilizzata per seppellire i morti.

La strada romana di Xemxija, Grotta della Galea

Trattandosi di un luogo asciutto in inverno e fresco d’estate, molti navigatori qui trovarono riparo dai pirati o da un naufragio. A destra della grotta, pochi metri dopo, c’è un Menhir, una grande pietra posta in posizione verticale. Il termine ha origine bretone a significa “roccia lunga”. In cima alla collina ve n’è un altro più piccolo. Si tratta di costruzioni risalenti al Neolitico e legate alle pratiche funerarie.         

L’apiario romano

La strada romana di Xemxija riserva molte sorprese. Una di queste è senza dubbio rappresentata da un vecchio albero di carrube e dall’apiario romano. Il primo è l’albero più antico di Malta con circa mille anni di vita. Le api, nutrendosi dei suoi fiori, producono un miele più scuro. L’apiario romano è uno dei tanti costruiti nell’arcipelago maltese.

carrubo e apiario

Su questa collina ve ne erano quattro, di questi soltanto due sono stati restaurati e riportati all’origine. L’apiario che si affaccia su questo piazzale, risalente al periodo romano, è realizzato ad arcate di pietra. Fin dall’epoca romana, il miele di Malta era molto rinomato, tanto che alcuni fanno risalire proprio al miele l’origine del nome latino Melita. È probabile che in passato il sito sia stato usato come tempio, o per contenere urne funerarie.

Il bosco di Mizieb

Proseguendo il cammino, si giunge al bosco di Mizieb ricco di ulivi, acacie e pini d’Aleppo. Qui si trovano i resti di un tempio neolitico. Oltre, c’è una piccola costruzione, denominata “Girna”, dove i contadini si riparavano dalle piogge. Una via vicino al bosco permette di raggiungere le tombe puniche. Attraversando un buco scavato nella roccia si accede a una tomba familiare risalente al 550 a. C. La stanza che vi si trova all’interno è larga 2 metri e alta 1 metro e presenta due absidi ai lati dell’ingresso.

La strada romana di Xemxija, car ruts

Il fortino e le car ruts

La strada romana di Xemxija conduce anche a un fortino militare, chiuso al pubblico. Costruito dagli inglesi durante la Seconda guerra mondiale, dominava la vallata e la baia di Mistra. Da questo luogo si può giungere alle car ruts, solchi paralleli scavati nella roccia simili a binari. Non si hanno certezze sulla loro origine. Pare che venissero utilizzate per trasportare le pietre necessarie a costruire i templi, tuttavia gli storici non hanno ancora fornito una soluzione condivisa. Un’altra costruzione visibile sul sito sono i bagni romani, che grazie a una sorgente vicina, erano utilizzati dagli uomini per fare il bagno, curare il corpo e rilassare la mente. Percorrere la strada romana di Xemxija significa fare un tuffo nella storia. Lungo l’affascinante tragitto, diverse targhe indicano, in lingua inglese e maltese, i luoghi da visitare. 

(Foto Viaggi Malta sito)

La strada romana di Xemxija, un percorso nella storia ultima modifica: 2021-04-16T09:00:00+02:00 da Antonietta Malito

Commenti

Subscribe
Notificami
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

¡Cuánta historia hay en ese sitio! Qué interesante.

2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x