Sandro Dieli porta il teatro a casa tua

Sandro Dieli si è esibito a Malta presso il Caffè Letterario Italiano a Malta “idea”.
L’eclettico attore palermitano ha recitato per noi una rappresentazione teatrale delle “Metamorfosi” di Ovidio.
La serata è stata introdotta dall’editore Carlo Morrone che ha riassunto l’intensa e brillante carriera di Sandro Dieli.
Sandro Dieli, regista, attore e scrittore ci ha incantati!

Sandro Dieli

Sandro Dieli  lavora da anni come attore, regista, sceneggiatore, scrittore, mimo, è un uomo di spettacolo a tutto tondo. Ideatore del progetto Teatro d’appartamento nato nel 2012, si fa promotore di un’idea di teatro tanto semplice quanto sorprendente. Ha  sviluppato un approccio totalmente rivoluzionario che ha lo scopo principale di far avvicinare sempre di più le persone alla cultura e al mondo del teatro. Cosa rende uniche le sue opere? È innanzitutto l’ambiente scenico “La casa è la scenografia”, come afferma lo stesso Sandro. Lui e la sua troupe lavorano all’interno delle mura domestiche di persone comuni che li ospitano e in tutti quei luoghi pubblici in cui si respira cultura, come gallerie d’arte e librerie.

Dentro l’arte con Sandro Dieli

L’attore porta in scena anche storie di vita quotidiana ma mai banali come Yerma, personaggio omonimo che si ispira a Federico Garcìa Lorca. Il monologo mira a sottolineare le difficoltà di una donna che, dopo aver coronato il sogno del matrimonio, avverte un fortissimo desiderio di maternità che non riesce a soddisfare. Il tempo passa e la rabbia che ha in serbo aumenta di giorno in giorno. Il risvolto è drammatico e la bravura di Sandro Dieli e dell’attrice sta nel proporre un personaggio già ampliamente trattato per guardarlo da una diversa prospettiva. La drammaticità per lui non è nuova, come testimonia la sceneggiatura firmata nel 2008 che appare sotto il titolo La terramadre. Il film sottolinea la piaga della solitudine e sembra voler riportare in auge alcuni dei temi principali proposti dalla corrente filosofico-letteraria dell’esistenzialismo, come suggerisce un’altra delle sue opere teatrali, Delirio a due, che si ispira non a caso a Eugène Ionesco.

sandro dieli

Lo scrittore

Sandro Dieli è dotato di una particolare verve e di grande gestualità. La sua formazione lo vede accanto a figure autorevoli come Marcel Marceau, Anne Dennis e Michele Perriera. Da uomo di teatro qual è, non può esimersi dalla voglia di mettere nero su bianco i suoi pensieri. Si cimenta nella scrittura di racconti tra cui Lungo le Arterie del Mondo, Gas di scarico e il romanzo Lillo, Lollo e la Malafemmina e Civico numero 27. Personaggio poliedrico e versatile, salta abilmente dalla lingua italiana alla lingua spagnola nelle interviste come nelle pièce che lo vedono protagonista nella sua terra madre e all’estero.

Meravigliosa empatia

Ciò che distingue Sandro Dieli è la volontà di comunicare con gli spettatori che diventano parte integrante della scena e, forse, protagonisti quasi quanto lui. L’attore racconta che una volta finito lo spettacolo ci si intrattiene tutti assieme, si mette a tacere la fame e si discute di cultura e teatro intorno ad un tavolo. Ristabilire il contatto con le proprie emozioni confrontandosi con altre persone, esprimersi e conoscersi. Portare il teatro in casa vuol dire questo. Perché, come dice Sandro DieliTeatro d’appartamento permette allo spettatore di respirare la stessa aria degli attori: respiriamo tutti assieme cultura”. Dove puoi vederlo? Il 23 Marzo nel ruolo di Ulisse, alla Chiesa Sant’Agata alla Guilla, a Palermo. Cosa aspetti?

sandro dieli

 

Foto di copertina di Lorenzo Gatto

Flavia Del Treste

Autore: Flavia Del Treste

Romana, classe ’91, alle spalle una laurea in Letterature e Traduzione Interculturale Inglese e Francese. Lavoro come SEO web wtiter e traduttrice freelance per aziende e privati. Tra un articolo e l’altro non dimentico mai di fare una passeggiata in sella al mio cavallo. La passione per l’equitazione mi ricorda le mie origini e soprattutto cosa vuol dire essere felice.

Sandro Dieli: il teatro bussa alle nostre porte ultima modifica: 2018-03-16T07:42:46+00:00 da Flavia Del Treste

Commenti