Olio di Oliva: uno degli alimenti più antichi al mondo

Le ricerche archeologiche più recenti, infatti, collocano la probabile nascita di questa pianta in Medio Oriente intorno al V millennio a.C.
A prescindere dall’effettiva origine, è senza dubbio lungo le coste sud-orientali del Mediterraneo che l’olivicoltura e il consumo dell’olio vissero la loro piena e definitiva affermazione socio-culturale.

Olio evo

Un olio è definito EVO se, e solo se, è prodotto con metodi totalmente meccanici e ad una temperatura definita a freddo, ovvero non oltre i 28 °C. Questo fa si che si conservino gli aromi, le proprietà e la qualità dello spremuto.
C’è da dire però che negli ultimi anni la Comunità Europea ha emanato una legge a favore dei grandi produttori che fa si che l’olio evo possa essere “tagliato” fino al 20 % con altri oli di altri semi, ovviamente meno pregiati.
Le proprietà organolettiche sono molteplici, si pensi solo che la percentuale di grassi buoni è identica a quella del latte materno, ecco perché è l’olio adatto per l’alimentazione del bambino, che contrariamente agli altri oli permette un giusto equilibrio del metabolismo basale, prevenendo quindi l’obesità infantile. L’utilizzo ideale è a crudo, dato che la cottura trasforma i grassi “buoni” in grassi “cattivi”.
Oggi l’olio d’oliva ha larga produzione e consumo in Spagna, Italia e Grecia, ma il primo consumatore è certamente l’Italia dove i maggiori produttori sono le regioni del sud, ovvero Puglia, Calabria e Sicilia.
Molto apprezzato in Italia e all’ estero è anche l’olio della Toscana.

Un’annata particolare

Purtroppo quest’anno la produzione italiana di olio di oliva è stata tra le più basse di sempre. Il tutto a causa di un caldo costante, siccità, mosca olifera e una nebbia in periodi inadeguati.
Però, l’altra faccia della medaglia è il fatto che il poco olio estratto, è risultato essere di una qualità superiore agli anni precedenti. L’oliva, scarsa di acqua ma ricca di seme ha prodotto un olio molto concentrato e aromatico.
Purtroppo, come tutti sappiamo, nei negozi è raro trovare un olio evo totalmente puro, sia in composizione che nella qualità e nella varietà delle olive spremute. Quindi, leggete bene le etichette!
Da quest’anno a Malta, possiamo trovare tra gli altri, l’olio di Gold of Sicily, piccola azienda siculo-maltese, che importa olio evo controllato dall’origine all’imbottigliamento. Prova della qualità dell’olio è il residuo di fondo, testimone che non ha subito nessun trattamento, neanche la filtrazione.
Da qualunque parte dell’Italia provenga, utilizziamo l’ olio extra vergine d’oliva, un vero elisir di salute e bellezza!

Olio di oliva: elisir di salute e bellezza ultima modifica: 2016-11-28T11:31:21+00:00 da Paola Stranges

Comments