Claudia Faniello, una cantante italo-maltese al Malta Eurovision Song Contest 2017

Claudia, dopo aver debuttato giovanissima, prosegue la propria carriera nel panorama canoro internazionale, rappresentando la sua doppia anima italiana e maltese nel mondo come artista.

Claudia è pronta a partecipare alle selezioni maltesi per l’Eurovision Song Contest che si terranno il 18 febbraio: l’edizione 2017 della competizione canora la vedrà salire sul palco per la 9˚ volta con la canzone “Breathlessly” (senza fiato) ed a votarla, quest’anno, ci sarà anche un folto pubblico di italiani.
Claudia porta l’Italia nel cuore e nella sua voce, trasmettendo il suo orgoglio di essere italiana, da parte di padre, e maltese da parte di madre.

Andiamo ad incontrare Claudia ed a conoscerla meglio insieme.

Claudia, perchè ti hanno chiamato cosí?

Mia mamma – che è una cantante come me – è sempre stata innamorata dell’Italia e della musica italiana, in particolar di uno dei simboli della canzone del Belpaese, Claudio Villa, da cui l’origine del mio nome. Forse il mio destino di cantante era già scritto fin dalla nascita.

IMG_0289.JPGCom’ è il tuo rapporto con l’Italia?

Mio padre è nativo di Salerno, un ingegnere meccanico che si è trasferito a Torino negli anni Settanta per lavoro, ed è grazie al proprio lavoro che ha incontrato mia madre a Malta. Io ho vissuto i primi anni della mia vita in Italia, a Torino, per poi trasferirmi a Malta insieme alla mia famiglia quando avevo 5 anni. Ho dei bellissimi ricordi legati all’Italia, specialmente a Castelluccio, in provincia di Salerno, paese natale di mio padre: le serate in famiglia mangiando pasta fatta in casa, l’allegria, il paesaggio, l’atmosfera.
Quando gli impegni me lo consentono, o il lavoro me lo permette, torno molto volentieri in quei posti. Ogni volta che mi esibisco davanti al pubblico sento di rappresentare un pezzo d’Italia, specialmente se si tratta di un vasto pubblico come quello europeo.

In passato ho preso parte a diversi Festival musicali in Italia oltre ad aver partecipato alle selezioni del Festival di San Remo nella categoria “nuove proposte” con la canzone “Guardami”, composta per l’occasione da un team di autori italiani e maltesi. Questa canzone è stata poi inserita nel mio album “Convincingly better”.

Parlaci un po’ della tua esperienza come cantante al Malta Eurovision Song Contest

La mia prima esibizione sul palco del Malta Eurovision Song Contest risale al 2006, traguardo a cui sono approdata grazie alla mia esibizione all’interno del programma televisivo“Hot Spot”. Un talent agent mi ha avvicinato proponendomi di cantare nuovamente “High alert”, la canzone che avevo appena cantato, convincendomi della bontà del pezzo e delle mie possibilità di vittoria. Mi ha inserito nella lista dei pretendenti alla rappresentanza maltese all’Eurovision Song Contest, avevo solo 17 anni. “High Alert” non vinse la competizione, ma ebbi comunque la soddisfazione di portare a casa il premio come “Migliore Nuova Proposta”.

Dopo questa inaspettata ascesa alla ribalta, come proseguì la tua carriera?

In seguito alla prima “sconfitta” nel 2006 non mi lasciai abbattere, al contrario la voglia di rimettermi in gioco e la mia passione per la musica mi portarono a partecipare ad altre 7 edizioni, piazzandomi quasi regolarmente sul podio, seppur mai sul gradino più alto. Col tempo il mio stile si è evoluto assieme a me, ogni canzone che ho composto e cantato mi rappresentano fino in fondo e le sento mie in tutto e per tutto, sono molto legata ad ognuno di  esse.

IMG_3160.JPG

Quest’anno parteciperai per la nona volta a questa competizione così sentita a Malta, delle esperienze precedenti, quali sono state le esperienze che ricordi con maggior piacere?

Le esperienze più significative e memorabili al Malta European Song Contest sono state nel 2008, dove presentavo due canzoni, intitolate “Caravaggio” e “Sunrise” che si piazzarono rispettivamente al secondo ed al terzo posto nella classifica finale. Nel 2012, quando mi esibii con una canzone che amo particolarmente, “Pure”, anch’essa classificatasi al secondo posto.

Quest’anno, dopo una pausa da competizioni di rilievo di 4 anni, in cui mi sono dedicata a scrivere e cantare per me stessa, salirò nuovamente sul palco del Malta European Song Contest il 18 febbraio, con la canzone “Breathlessly” (senza fiato). Una canzone che mi emoziona ogni volta che la canto, spero faccia emozionare anche tutti voi, affinché possa portare le mie radici italo maltesi alla Finale dell’Eurovision Song Contest 2017, che si svolgerà a Kiev il 13 Maggio.

Se vuoi conoscere meglio Claudia, seguila sui suoi canali:

  www.claudiafaniello.com

  www.facebook.com/ClaudiaFaniello

  www.youtube.com/user/claudiafaniello

  www.twitter.com/ClaudiaFaniello

  www.instagram.com/claudiafaniello

Intervista esclusiva a Claudia Faniello ultima modifica: 2017-02-07T09:05:22+00:00 da Paola Stranges

Comments