Alla fine è successo.
Malta, o meglio Gozo, ha perso uno dei suoi luoghi più belli. La Azure Window è collassata nella mattinata di oggi, 8 marzo 2017, sgretolandosi e lasciando il nulla.

Nella baia di San Lawrenz, a sud-ovest di Gozo, oggi rimane solo una distesa di pietra.

La sua storia

Monumento naturale, la Azure Windows era costituita dalla seconda pietra più antica dell’arcipelago maltese, la Globigerina Limestone. L’arco della finestra era alto 28 metri, risultato della pietra erosa.
Il tipo di pietra, friabile per natura, è costituito da aggregazioni fossili di organismi marini che costituiscono un particolare tipo di plankton.
Già nell’aprile 2012 un primo ammasso di pietra si staccò dall’arco e l’area fu indicata come zona a rischio. Milioni di turisti si sono recati nella baia di San Lawrenz per farsi una passeggiata panoramica e mozzafiato sull’arco stesso. Negli ultimi tempi, in previsione di ciò che è accaduto oggi, fu emanato il divieto di percorribilità sul monumento naturale.

L’8 marzo 2017, dopo una tempesta di forza 8, nelle prime ore del mattino, il crollo.

La Azure Window per il pubblico

Azure Windows Il trono di spadeLa Azure Window, grazie alla sua particolare forma e alle acque cristalline sottostanti, fu da sempre un luogo visitatissimo. Negli ultimi anni, però, è stata metà di turismo per appassionati di cinema e serie tv.

Furono girati i film Scontro di Titani (1981), Il Conte di Montecristo (2002), la miniserie L’Odissea (1997). Ma sicuramente il forte clamore internazionale fu dato dal fatto che molte scene de Il trono di Spade, sono state girate proprio su quella spiaggia.

Il nostro pensiero

Azure Window oggiNoi di italianiamalta.com, stamattina, eravamo increduli. Ci sembrava una bufala. Abbiamo aspettato a dare la notizia finché non ci sono state fonti certe. Ancora ora speriamo che qualcuno vada lì, scatti una foto e ci dica che tutto questo non è vero… Che oggi è il Primo di aprile e non l’8Marzo.

 

 

Katia Scicolone

Autore: Katia Scicolone

Nata a Vittoria, cresciuta a Gela, Katia si è sempre contraddistinta per l’irrefrenabile voglia di parlare, parlare, parlare… Così, su consiglio dei suoi conoscenti che la invitavano a tacere un po’, ha ben pensato che forse era il caso di seguire il suggerimento… perciò ha iniziato a scrivere!

Azure Window, addio! ultima modifica: 2017-03-08T15:29:08+00:00 da Katia Scicolone

Comments